Fattura Elettronica: i soggetti obbligati e quelli esonerati

Si tende generalmente ad affermare, proprio come fa la legge che la fattura elettronica è obbligatoria per tutti coloro che sono in possesso di Partita IVA e svolgono attività di vendita di beni oppure di prestazione di servizi. La stessa legge però afferma allo stesso tempo che vi sono delle eccezioni espressamente previste dallo Stato che esonera dall’emissione delle fatture in formato elettronico tutti coloro che aderiscono a regimi fiscali minoritari e per i quali sono previste delle agevolazioni nel caso in cui, in maniera volontaria decidessero di aderire alla fatturazione elettronica.

Ma allora la domanda a questo punto sorge spontanea, quali sono i soggetti che sono realmente obbligato all’utilizzo della fatturazione elettronica e quelli che invece ne sono esonerati? Di seguito troverai sicuramente molte delle risposte che cerchi e se non ti fossero sufficienti consulta il sito fatturapro.click per maggiori informazioni.

La legislazione

Per comprendere quali sono i soggetti obbligati alla fattura elettronica e quali gli esonerati, ci sembra opportuno partire dalla legislazione specifica. Nel gennaio 2019 la fattura elettronica è entrata in vigore, aprendo la strada a un cambiamento che con il tempo avrebbe portato anche ai corrispettivi telematici e allo scontrino elettronico.

In questa maniera si è dato il là a quella che tutti chiamano digitalizzazione del lavoro. La legge che mette in atto la fattura elettronica ha previsto nello specifico ogni singolo passaggio a partire appunto dai soggetti che vi sono obbligati, ma anche le modalità di emissione, la consegna e infine l’archiviazione.

In linea generale si può affermare che i soggetti che sono obbligati all’emissione della fattura elettronica sono tutti coloro che hanno partita IVA, con eccezione per chi agisce in regimi fiscali con agevolazioni particolari che possono comunque decidere di utilizzare la fattura in formato elettronico in maniera volontaria.

Fatturazione elettronica chi sono gli esonerati

Soffermarci su chi deve obbligatoriamente utilizzare la fattura elettronica ci sembra a dir poco superfluo considerando che come detto, in tale gruppo vi si possono racchiudere tutti coloro che hanno partita IVA. Allora pensiamo prima agli esonerati, a coloro che possono comunque giovare dei vantaggi della fatturazione elettronica aderendovi in maniera volontaria.

Ti dirò di più tutti i soggetti che per legge sono esonerati, possono anche decidere di avere una sorta di doppia contabilità emettendo fattura cartacea ad altri soggetti economici come loro e fattura elettronica a chi invece ne ha l’obbligo. L’importante in questo caso è mantenere una numerazione progressiva separa e i documenti in entrambe i casi vengano conservati per 10 anni. Le regole da seguire sono le stesse sia per i soggetti che sono obbligati all’emissione delle fatture in formato elettronico che per chi invece ne è esonerato e vi aderisce in maniera volontaria. Resta quindi salvo il sistema di software gestionali che permettano l’invio del documento al Sistema di Interscambio che entro 5 giorni provvede a recapitare il documento e la successiva conservazione per 10 anni.

Ciò che cambia sono le agevolazioni di cui si può usufruire nel caso in cui si decida di utilizzare la fatturazione elettronica volontariamente, misure che sono previste dallo stato e dalla sua legislazione in materia.

Perchè scegliere di aderire volontariamente

Ma se la legge ha espressamente previsto l’esonero dalla fattura elettronica per quel che riguarda questi determina soggetti, per quale motivo vi si dovrebbe poi aderire in maniera volontari? Ovviamente perchè ci si possono ricavare dei vantaggi sia a livello logistico che per quel che riguarda ciò che ha previsto espressamente lo Stato.

Nello svolgimento della propria attività lavorativa probabilmente ci si troverà ad interfacciarsi con dei soggetti che non hanno un regime fiscale minoritario e sono quindi obbligati ad agire con la fatturazione elettronica. Aderendo in maniera volontaria si ha la possibilità di non complicare i rapporti con tali soggetti e avere la possibilità di emettere ed eventualmente ricevere anche delle fatture elettroniche senza obbligarli ad agire in maniera parallela.

Questo possiamo affermare che sia il motivo principale nel momento in cui si vada alla ricerca del perchè utilizzare la fattura elettronica pur non essendone obbligati. Ovvio che poi gli altri vantaggi sono sostanzialmente gli stessi a cui possono far riferimento coloro che sono obbligati ad utilizzare questo sistema e rientrano tutti nello spettro dei vantaggi di una progressiva digitalizzazione del lavoro.