La crescita della vendita online e i vantaggi che porta

Dalla diffusione della rete Internet allo shopping interattivo il passo è stato lungo, ma incredibilmente veloce; grazie all’evoluzione delle tecnologie e all’utilizzo massiccio di dispositivi connettibili, sempre più persone hanno accesso a quello che può essere definito il primo passo verso la digitalizzazione del Retail.

E grazie a idee imprenditoriali atte a semplificare la vita dei consumatori sono nate piattaforme in grado di supportare l’utente nelle fasi di ricerca che precedono l’acquisto. BravoSconto è una di queste: si tratta di un sito ove è possibile trovare le offerte più rilevanti promosse da moltissimi negozi online e i codici sconto che permettono di usufruire di ribassi consistenti.

Ma quali sono i reali vantaggi di queste nuove dinamiche di acquisto? Andiamo a scoprirle, partendo da qualche dato statistico.

Negli anni passati, quasi 2 miliardi di persone nel mondo hanno effettuato almeno un acquisto online e il trend non ha mai smesso di salire: si stima che nel prossimo biennio circa 3 miliardi di persone acquisteranno in rete la maggior parte dei beni di consumo. Il giro d’affari viene stimato, soltanto a livello europeo, in 800 miliardi annui, ed è destinato a crescere. Olanda e Italia sono i due Paesi in cui l’e-commerce è aumentato di valore più velocemente rispetto a Francia, Germania e Regno Unito, anche se a tutt’oggi questi tre Paesi creano il 70% del volume totale del fatturato d’Europa.

Impossibile non menzionare il Covid-19 tra gli involontari promoter di questo fenomeno: solo nel 2020 l’acquisto in rete ha visto una crescita di oltre il 20%, in tutto il mondo. Ma la vera protagonista è l’IA, o Intelligenza Artificiale: è grazie all’innovazione tecnologica che si è potuto iniziare a gestire i massicci dati generati dagli scambi commerciali in maniera incredibilmente efficiente.

I vantaggi derivanti dalle alte performance di tutti i software e hardware implicati nella vendita online sono però distribuiti equamente, possiamo dire, tra commercianti e clienti. Vediamo perché.

L’azienda che entra in rete sicuramente raggiunge una più grande platea di clienti, e non vi sono più confini, orari, e quasi nessun limite alle possibilità di espansione dei propri affari. A suo favore giocano le sempre più organizzate attività di spedizione e logistica, software applicativi che rendono un sito fruibile da chiunque in ogni parte del mondo, e la sicurezza dei mezzi di pagamento/riscossione che permettono lo scambio di denaro praticamente in tempo reale e con tutele per tutte le parti coinvolte.

Il consumatore può acquistare praticamente qualsiasi cosa, ogni giorno, 24/h, comodamente da casa o tramite cellulare in pochi click: non deve più attendere turni di apertura, fare code nei negozi (soprattutto durante Saldi o eventi promozionali), non deve recarsi lontano per trovare ciò che gli serve, e riceve gli oggetti acquistati in tempistiche davvero veloci.

Ma questa è solamente la punta dell’Iceberg poiché, grazie all’inventiva e alla passione di chi lavora nel settore del B2C (acronimo che sta per Business to Consumer, ovvero azienda che vende al cliente), l’utente ha a disposizione numerosi ulteriori vantaggi: i prezzi in rete sono per la maggior parte delle volte molto più bassi rispetto a quelli dei punti vendita fisici; gli sconti e le offerte vengono promosse durante tutto l’anno e non solamente durante i saldi di fine stagione; molti prodotti si trovano in anteprima e in esclusiva solamente online; in pochi minuti si ha la possibilità di comparare le offerte e i prezzi di molti negozi; e non da ultimo, diventando clienti abituali, si ricevono consigli personalizzati, coupon e buoni sconto, benefici esclusivi, intrattenimento e “coccole” che (forse) in molti negozi fisici erano un po’ passati di moda.

E cosa c’è di meglio che servirsi di piattaforme che racchiudono tutto ciò? La comodità e la soddisfazione sono a portata di click, e non rimane che godersi uno shopping divertente, sicuro e conveniente!