Quali azioni comprare per investire in energia rinnovabile

La rivoluzione energetica è in atto e questi grandi cambiamenti tecnologici portano a trasformazioni economiche . Esperti del settore studiano quali azioni comprare per investire in energia rinnovabile.

Oggi la cosiddetta green economy è diventata un settore importante: in Europa oltre il 32% dell’energia elettrica deriva da fonti rinnovabili, mentre in Italia sale ad oltre il 33%.

Le fonti rinnovabili

Prima di decidere quali azioni comprare per investire in energia rinnovabile dobbiamo conoscere quali sono.

Tra le fonti rinnovabili vi è l’energia solare, origine primaria che viene direttamente dal sole e, quindi, inesauribile, pulita e sempre disponibile. Si genera attraverso strumenti per attirare i raggi solari, convertendoli in elettricità. Rappresentando il 60% della crescita mondiale del rinnovabile, anche le sue aziende si evolvono e rappresentano una ricca opportunità d’investimento sul lungo termine.

C‘è poi il settore dell’idroelettrico, che sfrutta invece la forza dell’acqua per creare corrente.

Il terzo settore è l’eolico, con il vento che rappresenta una buona potenza elettrica.

Ma vediamo in che modo possiamo investire in energia rinnovabile partendo dal tipo di investimento più facile, cioè quello azionario.

Quali sono le migliori azioni di energia solare?

Alcuni esempi di aziende che si occupano del settore sono SMA Solar Technology,  Tesla e la Canadian Solar e First Solar.

Realtà  che hanno saputo incrementare la loro capacità di produzione mostrando forte resilienza davanti all’emergenza Coronavirus, che a marzo 2020 le ha portate ai loro valori minimi e  poi ad una risalita.

Non da meno le europee Encavis e Albioma, esclusa dalla classifica invece l’italiana Eni che, nonostante i progressi verso i mercati solari ed eolici esteri, registra su base annua un -19,3%.

A conti fatti, quella verso fonti naturali è una transizione irreversibile, che secondo la Commissione Europea genera il 34% delle energie totali, contro una quota di prodotti a base di carbone che si ridurrà drasticamente nei prossimi 10 anni.

Confermando i dati, si può quindi dire che l’investimento in energie pulite è assolutamente vantaggioso nonché una scelta obbligata per il futuro. In questo, la solare avrà un ruolo trainante.

Gli ETF sono un approccio leggermente più rischioso.

Gli ETF funzionano come azioni individuali, anche se in realtà sono una combinazione di decine di azioni diverse. Essi replicano la performance dei principali mercati ma ad un costo inferiore.

Gli ETF forniscono una buona diversificazione tra diverse società di energia “green”, e pertanto non sarà necessario fare affidamento sulla performance di un singolo titolo per guadagnare.

Conclusioni

I mondo sta diventando sempre più attento all’ambiente e  ci saranno sempre maggiori investimenti in questo settore, i quali hanno l’obiettivo di risolvere molti dei problemi che ci affliggono oggi. Sostenere gli innovatori in questo settore potrebbe rivelarsi una strategia vincente economicamente, per non parlare delle considerazioni etiche.

Anche la crescita tecnologica è rapida. Le risorse rinnovabili stanno diventando sempre più affidabili, efficienti ed economiche.

Il numero dei posti di lavoro nel settore è in aumento. Si creerà un gran numero di posti di lavoro nei prossimi mesi / anni in questo settore. In tutto il mondo oggi lavorano più di 10 milioni di persone nella produzione di energia rinnovabile