Giornata mondiale contro la violenza sulle donne: iniziativa al teatro di Parma

In questo momento ti verrebbe da chiederti a cosa serve un teatro. Ora che la pandemia ci costringe a casa e non ci permette di andare a vedere un’opera. Per rimanere attivo nel cuore dei suoi frequentatori, il teatro parmense di tinge di rosso, ha deciso cioè di aderire alla giornata mondiale contro la violenza sulle donne attraverso un’iniziativa.

“Un teatro è un teatro è un teatro”

Fanno paura i dati raccolti dal Ministero dell’Interno e dall’Istat. Solo nel nostro paese un terzo delle donne risulta essere vittime di violenza nel 2020. E paradossalmente il lockdown ha intensificato questa percentuale. E il teatro cosa c’entra? Ha voluto semplicemente ricordare l’importanza che hanno le donne. Come? Attraverso un’iniziativa simbolica utile a dare spessore a questa vera e porpora piaga sociale.

In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 25 novembre, il Teatro Regio di Parma so fa quindi portavoce dei valori utili a sconfiggere tanto disprezzo.

Cosa occorre per liberare le donne

Per dare onore alle donne ci vogliono valorizzare come la libertà, la dignità, il rispetto. Ed è questo che dimostra il secondo atto della campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne, #neancheperfinta. Hanno partecipato a quesyo, la Fondazione Teatro Donizetti, Teatro Municipale di Piacenza, Teatro Sociale di Como, Teatro Alighieri di Ravenna e Ravenna Festival, Macerata Opera Festival, Teatro Grande di Brescia.