Donata statua all’ospedale di Vaio per ricordare il coronavirus

Dopo il periodo trascorso ci vuole qualcosa che lo ricordi. E così Nicola Passera, collaborando con padre Inereo ha deciso di fare un regalo all’ospedale di Vaio.  Si tratta di una statua raffigurante una croce con un angelo. Tutto simbolo di sacrificio e di speranza.

In ricordo di chi è morto per il covid

L’angelo vuole stare a rappresentare tutti coloro che sono morti per mano del covid. La scultura è alta  due metri ed è stata realizzata con un tronco di cedro libanese. A partecipare attivamente alla realizzazione  ben due falegnami.

Come ha spiegato Passera si tratta di un’idea nata sin dai primi allarmi di isolamento.  Lo scopo è doppio. In primis si vuole dire grazie a medici e sanitari che si sono schierati in prima linea contro il virus. E poi in secondo luogo la statua vuole essere un ricordo per le generazioni future, che non devono mai dimenticare quanto subito nel 2020 dall’intera umanità.

Un regalo unico

La statua è stata sistemata all’ingresso dell’Ospedale. La donazione  è avvenuta lo scorso venerdì 19 giugno, quando si è svolta una breve cerimonia di ringraziamento ai donatori.

Erano presenti Massimo Fabi, commissario straordinario, Giuseppina Frattini, direttore sanitario, Marco Chiari, direttore amministrativo, Andrea Deolmi, direttore del distretto di Fidenza.