Centri estivi prossimi alla riapertura: ecco come si stanno organizzando

Sono prossimi a riaprire in Emilia Romagna e a Parma i Centri estivi, quasi sicuramente da lunedì 8 giugno. La regione come sempre garantisce l’erogazione di un bonus economico alle famiglie, per sostenere i costi delle rette di frequenza.

Fondi dalla Regione per garantire la riapertura

A confermare anche quest’anno i fondi stanziati per favorire la partecipazione ai centri estivi, la giunta regionale. L’amministrazione fa sapere di aver stanziato 6 milioni di euro, provenienti dal Fondo sociale europeo, per finanziare il progetto di conciliazione dei tempi lavoro-famiglia.

Intervento questo cui potranno prender parte tutte le famiglie con prole nata dal 2007 al 2017 (dai 3 ai 13 anni) e che hanno bisogno di iscrivere i propri figli presso i Centri estivi aderenti al progetto. La domanda dalle famiglie può essere presentata previa attestazione Isee 2020 o, in alternativa per chi non ne fosse in possesso, quella 2019, entro i 28 mila euro.

Lo scopo del progetto

Il contributo avrà un limitr di 84 euro a settimana, per un massimo di 4 settimane. Si potrà comunque raggiungere un importo massimo di euro 336 per figlio. Lo scopo del progetto è favorire alle famiglie l’accesso al servizio durante il periodo estivo. Periodo che vede la necessità per le famiglie di collocare i bambini in posti sicuri a fronte della chiusura delle scuole. Al contempo questa iniziativa è volta ad allargare le opportunità di apprendimento garantendo esperienze utili a bambini e ragazzi.