I medici manifestano a Piazza Garibaldi

I medici parmensi dopo mesi di dedizione insostenibile ai reparti di terapia intensiva contro il coronavirus, hanno deciso di prendere parte ad una manifestazione. Un evento questo in difesa di tutti quegli specializzandi che vengono gambizzati nel loro corso formativo.

Chi ha partecipato

A prendere parte a questa manifestazione anche il vicesindaco, Marco Bosi, che si è schierato in favore dei Medici in Mobilitazione Permanente. I sanitari sono scesi in piazza Garibaldi, durante il pomeriggio. La presenza di Bosi ha significato appoggio totale allo spirito di manifestazione che i giovani medici hanno posto in essere. Troppa inutile burocrazia che mette dei limiti e dei paletti, e non a caso ogni anno 8 mila medici restano fuori.

I giovani non vogliano che anche e soprattutto a Parma, in tempi di emergenza coronavirus, la partecipazione in terapia intensiva dei giovani medici è stato fondamentale.

Il covid ha dimostrato che la sanità necessita di personale

In questo periodo di emergenza l’Italia ha avuto prova di quante falle ci sono nel sistema sanitario. Troppa carenza di medici specialisti, troppa carenza di medici generali. Cosa si fa in situazioni d’emergenza?

Per questo i giovani a Parma hanno deciso di mettere in piedi la protesta. La speranza è che lo stato proponga rimedio alla mancanza di formazione che ha ripercussioni sull’intera collettività