Capital verde europea 2022: Parma non si classifica tra le finaliste

La città di Parma è molto impegnata nelle competizioni che coinvolgono le varie città europee. Basti pensare che quest’anno avrebbe dovuto essere Capitale della Cultura, ma a causa del Covid tutti i programmi sono saltati.

Nel frattempo la città si era preparata anche per essere valutata nel diventare capitale verde. Tuttavia la Commissione Europea non ha inteso inserire la città emiliana nelle tre finaliste. Si accinge infatti alla valutazione di Lisbona come  Capitale Verde Europea 2022.

Una brutta delusione ma Parma non si arrende

Non è stato certo bello per la città essere esclusa. A spiegarlo è l’assessore alla Sostenibilità Ambientale del Comune di Parma Tiziana Benassi. Lo scopo parmense era quello di raggiungere l’apice della fama e della buona nomea. Non c’era nulla di meglio che approfittando della European Green Capital.

Secondo l’assessore il dossier presentato aveva previsto la viva partecipazione non solo di aziende ma anche di  associazioni, scuole e cittadini.

Quali i progetti presentati

Non sono certo da non considerare i vari progetti che il Sistema Parma ha deciso di sottoporre al Vaglio della commissione. I giudici sono massimi esperti europei, specializzati in vari ambiti ambientali

Dall’alto della loro esperienza hanno espresso un parere oggettivo in cui hanno sia vantato i punti di forza sia messo in evidenza alcune criticità. Questo astri negativi serviranno a Parma per migliorare la propria sostenibilità