Come arredare la cameretta di un neonato

Quando arriva un bambino in famiglia l’emozione è tanta. Numerosi sono anche gli aspetti su cui concentrarsi. Tra questi rientra senza dubbio il focus sull’arredamento della cameretta. Quali sono le dritte più utili da seguire al proposito? Nelle prossime righe, ne abbiamo raccolte alcune.

Ragiona a lungo termine

Quando si parla di come arredare al meglio la cameretta di un neonato, è impossibile non chiamare in causa l’importanza di ragionare a lungo termine. I bambini crescono in fretta e, quando si progetta la cameretta, è cruciale realizzarla in modo da farsi trovare pronti a effettuare cambiamenti in maniera rapida e senza spendere troppo. Una risposta in questo frangente possono essere le camerette componibili, perfette per ‘trovare una quadra’ tra estetica, praticità e convenienza economica.

Scegli bene le decorazioni per le pareti

La camera del bimbo non è fatta solamente dagli elementi d’arredo. Fondamentale è concentrarsi anche sulle pareti. Il primo aspetto da considerare riguarda il colore. Come evidenziato dagli esperti in cromoterapia, se si ha intenzione di rendere la cameretta del bambino un luogo sufficientemente rilassante è opportuno evitare tinte come il rosso e il viola.

Molto utili per conciliare il relax e la concentrazione sono i toni del blu e del verde. Oltre ai colori, è opportuno considerare anche la qualità delle pitture, che devono essere prive di componenti volatili e il più ecologiche possibile.

Gestisci i punti luce

Proseguendo con le dritte per arredare al meglio la cameretta del neonato, è opportuno soffermarsi sui punti luce, la cui presenza è fondamentale per ottimizzare il comfort generale dell’ambiente. In linea di massima, a prescindere dalle dimensioni della cameretta, è il caso di considerare la presenza di non meno di 2 punti luce.

Cosa scegliere tra lettino e culla

Un aspetto sul quale tutti i neo genitori si soffermano quando arredano la cameretta del neonato riguarda la scelta tra lettino e culla. Quando ci si interroga in merito, è bene tenere presente che, nella maggior parte delle situazioni, il piccolo passa i primi mesi di vita a dormire in camera dei genitori nella culla. Alla luce di quanto appena ricordato, nel momento in cui si progetta la cameretta è il caso di gestire gli spazi ragionando nell’ottica della presenza di un lettino, oggettivamente più grande della culla.

Le dritte per scegliere il fasciatoio

Quando si parla di come arredare la cameretta del bambino appena arrivato in famiglia, un focus doveroso deve essere dedicato al fasciatoio. Questo elemento, come ben si sa, accompagna il piccolo per diverso tempo. Se si ha intenzione di arredare la camera in maniera intelligente e, come già detto, di guardare al futuro, una buona idea può essere quella di mettere in primo piano delle soluzioni modulari. Esistono infatti dei fasciatoi che si trasformano in scrivania, accompagnando di fatto il bambino nel corso della sua crescita.

Spazio alla libreria

Un altro aspetto da considerare quando ci si impegna ad arredare al meglio la camera di un bambino riguarda la libreria. Sono numerosi i genitori che, non appena accolgono un bambino in famiglia, fanno di tutto per avviarlo alla lettura. La presenza di una libreria nella cameretta è cruciale a tal proposito.

Se si ha intenzione di avere gioco facile per quanto riguarda la passione della lettura nel proprio bambino, è utile concentrarsi su soluzioni il più possibile colorate. Un ulteriore punto sul quale soffermarsi riguarda l’accessibilità: per amare la lettura, il bimbo deve riuscire a prenderli in mano facilmente.

Conclusioni

Concludiamo con una dritta tanto piccola quanto importante per sfruttare al meglio gli spazi della cameretta piccola: una buona idea può essere quella di giocare in altezza con i pensili, scegliendoli modulari e di colori in tinta con le pareti.