Prosciutto di Parma: arriva la donazione del Consorzio all’Ospedale parmense

Il Consiglio di Amministrazione del Consorzio del Prosciutto di Parma si è accordato per donare  500 mila euro. I soldi andranno in parte all’Ospedale Maggiore di Parma e in parte all’Azienda USL per aiutare anche i nosocomi di Borgotaro e Vaio. Ovviamente i soldi servono a fronteggiare l’emergenza covid.

Le dichiarazioni dal Consorzio

A raccontare della decisione di questa donazione il presidente del Consorzio, Vittorio Capanna.

Capanna lo ha descritto come un atro solidale, come un messaggio speranzoso che dimostra l’amore per la propria comunità. Al contempo rappresenta un grazie per i medici, per gli infermieri e per il personale sanitario. Sono persone che senza sosta stanno lavorando, lontani dai propri cari per permettere agli italiani di superare un momento così delicato e difficile.

Una donazione necessaria

Secondo quanto spiegato, la donazione serve ad acquistare le attrezzature, gli strumenti medici  e tutto quello che serve per migliorare il lavoro sanitario. In questo modo le strutture troveranno una boccata d’aria fresca dopo le pressioni che stanno vivendo in questo giorni

Ormai un po’ tutta l’Italia è incrinata. La situazione è incerta, a dir poco preoccupante. Serve ora come ora sostenere il funzionamento degli ospedali. Ospedali che combattono giorno dopo giorno per salvarci la vita, e per salvare quella dei nostri cari. Per cui il minimo che possono fare gli imprenditori è donare una cifra simbolica.