La Lega chiede che tutta la popolazione venga sottoposta a tampone

Stante a quanto affermato dal gruppo Lega E-R, per riuscire a restringere il rischio di contagio bisogna intervenire tempestivamente. E il solo modo possibile è fare il tampone a tutti i cittadini. Questo in quanto sono molti quelli positivi che non presentano sintomi. La richiesta parte seguendo la lunghezza d’onda del governatore del Veneto, Luca Zaia.

La richiesta si basa sui dati della Protezione Civile

La lega ha fatto questa richiesta dopo aver esaminato i dati della Protezione civile. Pare che la regione Emilia-Romagna per numero di ammalati di Covid 19 è seconda solo alla Lombardia (2.644, dato a sabato 14 marzo).

Sull’intero territorio i medici hanno eseguito 10.043 tamponi, nemmeno un quarto di quelli che invece hanno fatto in Lombardia (37.138) e meno della metà dei tamponi veneti. Alla luce di quando la richiesta è che tutta la regione possa dare il via eseguire il test su tutti i cittadini. Non solo le persone con sintomi ma anche quelli senza sintomi. Il tutto attraverso degli stand fuori le farmacie, i supermercati, o in strada.

Misura necessaria per il bene comune

Il gruppo leghista crede che questa sia la sola misura necessaria per restringere gli effetti del contagio. In questo modo andrebbe posto maggiore accento sulle esigenze dei potenziali pazienti.

In fondo siamo davanti ad una epidemia senza controllo, che non risparmia sesso o età. Bisogna rimandare l’inevitabile altrimenti sarà troppo tardi.