Giorno del Ricordo organizzato a Parma

Non dimenticando di dare la giusta importanza al Giorno del Ricordo, il Teatro Maria Luigia di Parma ha ospitato un evento particolare. Si tratta del “Viaggio sul confine orientale” rientrante nell’evento organizzato con la legge n. 92 del 30 marzo 2004.

L’evento

Nonostante si debba festeggiare il 10 febbraio, l’evento in oggetto è stato istituito dopo tempo. Questo allo scopo di ricordare sempre quanto accaduto agli italiani nella tragicità delle foibe.

Con questo evento sono state ricordati le terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra. Tutto per non dimenticare. Il momento del ricordo ha visto partecipare militari e civili. L’evento è stato introdotto da Adriano Cappellini, Rettore del Convitto Nazionale Maria Luigia. 

Immancabile anche l’intervento del Prefetto, Giuseppe Forlani. Ha mediato anche Silvia Falzoi, docente del Liceo di Scienze Umane Albertina Sanvitale. Ha presenziato pure il sindaco, Federico Pizzarotti.

A rappresentare il comune Alessandro Tassi Carboni, Presidente del Consiglio Comunale che ha organizzato tutto nei minimi dettagli. Carboni era in compagnia con il vicesindaco, Marco Bosi e con i consiglieri comunali, Davide Graziani, Sandro Campanini e Oronzo Pinto.

L’intervento di Adriano Cappellini

Bellissimo il discorso di Adriano Cappellini, Rettore del Convitto Nazionale Maria Luigia. Le sue parole hanno centrato alla perfezione il tema della storia e della memoria. Sono stati citati anche i grandi Cicerone e Tacito mettendo in evidenza quanto sia importante la relazione tra memoria e responsabilità.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *