Parma: polizia postale sensibilizza gli studenti contro il cyberbullismo

Parma è sempre sensibile a in problemi sociali. E così nel quadro di celebrazione del Safer Internet Day 2020, la polizia postale ha messo su un evento per sensibilizzare gli studenti.  In collaborazione con il Ministero dell’istruzione, il workshop ha il compito di dialogare e confrontare gli studenti sul tema del cyberbullismo su tutto il territorio nazionale.

Edizione speciale dell’evento

È questa l’edizione speciale di un progetto, denominato “Una vira da Social”. Presente in più scuole, per un totale di cento plessi, nello stesso giorno, quello di Parma terrà ferma la questione inerente al bullismo e al cattivo uso del web.

La Polizia Postale e delle Comunicazioni, approfittando della giornata mondiale della sicurezza informatica, si interfaccerà ad oltre 60 mila studenti che dovrebbero fare dello slogan “insieme per un internet migliore” la loro massima di vita.

Lo scopo dell’incontro

Lo scopo di questo incontro preventivo e formativo è quello di educare, disciplinare e formare gli adolescenti ad usare con coscienza le potenzialità comunicative del web e delle community online.

La speranza è quella di fare evitare a tutti i rischi connessi al cyberbullismo, alla violazione della privacy altrui e propria. In questo modo si può evitare il caricamento di contenuti inappropriati, la violazione del copyright. Grazie alla stimolazione dei giovani si potranno dunque costruire rapporti sociali, sia veri che virtuali, senza mai offendere e minimizzare le personalità altrui.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *