Caratteristiche ed educazione del pastore tedesco

Il pastore tedesco è un cane con un forte carattere e un animo decisamente nobile. Sono tanti gli appassionati di questa razza di cane che, quindi, sono alla ricerca di costanti consigli su come educare un pastore tedesco e su quelle che sono le sue caratteristiche peculiari.

Gli allevamenti che si occupano di vendita cuccioli di pastore tedesco sono sempre pieni ed è per questo che una serie di dritte su come gestire questo cane può essere molto utile.

Caratteristiche del pastore tedesco

Se si pensa ai cani da guardia viene subito in mente il pastore tedesco. Tuttavia, questo non è solo un cane utile per proteggere la propria casa, ma anche un compagno di vita che molte persone amano avere accanto.

Si tratta di un cane di taglia media che si presenta agile e scattante, ma al contempo muscoloso. Gli esemplari maschi in media sono alti circa 60-65 centimetri, mentre le femmine sono circa 10 centimetri più basse.

Per quel che concerne il peso dei pastori tedeschi si deve ricordare che gli esemplari maschi pesano decisamente di più, potendo raggiungere anche i 40 kg. Le femmine, invece, pesano tra i 20 e i 30 kg circa.

Tra le caratteristiche predominanti di questa razza ci sono le orecchie dritte, il tartufo nero e la testa cuneiforme. Il colore è tendenzialmente nero, ma non omogeneo. Non è raro apprezzare sfumature di vari colori che vanno dal marrone al rossastro. Il pelo è folto.

Altre peculiarità di questo animale è il suo olfatto sviluppato a livelli tali da essere utilizzato in alcuni corpi militari come cane atto a ricercare sostanze stupefacenti, persone, esplosivi e così via.

Attenzione a ricordare che, sia per la sua struttura fisica che per la sua attitudine, questo non è un cane da appartamento. Il pastore tedesco ama gli spazi ampi, i giardini in cui correre ed è questo che chi decide di prendere con sé questo cane dovrebbe garantirgli.

Come addestrare un pastore tedesco

Per indole il pastore tedesco è molto calmo e docile. Sebbene il suo aspetto possa trasmettere il messaggio opposto, addestrare questo cane risulta semplice, poiché quest’ultimo ha un’innata predisposizione al contatto con l’uomo e anche con i bambini.

Non si tratta di un cane aggressivo né tantomeno di un cane che agisce di impulso. Proprio per questi motivi molto spesso viene scelto come cane da guardia. Il suo aspetto incute il dovuto timore, ma non si ha la preoccupazione di possibili aggressioni a chiunque. Solo se fiuta il pericolo il pastore tedesco scatta per salvaguardare i propri padroni e la loro proprietà.

Si tratta, inoltre, di un ottimo supporto per i non vedenti e, per questo motivo, viene utilizzato molto spesso come cane guida ma anche come cane antivalanga.

Per addestrare un pastore tedesco si consiglia di richiedere l’aiuto di esperti o di ottenere consigli dall’allevamento. Si deve ricordare che, nel momento in cui si acquista un cucciolo di pastore tedesco sarà necessario assicurarsi del fatto che quest’ultimo sia già stato iscritto all’anagrafe canina. Dovrebbe averlo fatto l’allevatore ma, come sempre, è utile controllare.

Proprio per questo motivo è sempre preferibile affidarsi a degli allevamenti seri e responsabili. Il cucciolo, prima di essere ceduto al suo nuovo padrone, dovrà aver fatto le prime vaccinazioni e i primi controlli da veterinario. La documentazione in questione deve essere consegnata alla famiglia e, soprattutto, devono essere dati anche pedigree e genealogia, in modo tale da appurare che si tratta effettivamente di un pastore tedesco a tutti gli effetti.