Prosegue lo studio di Riccardo Papa sul colore delle farfalle

Riccardo Papa è il fiore all’occhiello della ricerca parmense. Il quarantenne, di origine romana, ha conseguito la laurea ed il dottorato di ricerca all’Università di Parma nel 2004 nel Dipartimento di Biologia Evolutiva. Il suo amore per la natura e per gli animali lo ha portato a concentrarsi sulle farfalle e il loro colore. E oggi apporta una importante novità al suo studio.

I tre articoli di Papa 

I tre articoli sono un mix di informazioni che insegnano come questi insetti si evolvano. Il che facilità la comprensione circa lo sviluppo della morfologia delle farfalle.

Il terzino articolo dà prova che anche se i geni del colore per le farfalle sono poche, il loro funzionamento è complesso. Tutto parte da elementi di  DNA che non generano proteine ma che funzionano così da indurre alle ali colorazioni diverse.

La pubblicazione del terzo articolo

Con la pubblicazione di questo terzo articolo dunque Papa ha spiegato come si innescano i meccanismi di scambio nella biologia ibrida: meccanismi che avvengono con molta più frequenza di quanto la scienza immagina.

Ci sono per tante specie diverse che hanno il medesimo DNA e che dunque si fondono per dare vita a nuove specie. Specie che allargano il campo della diversità biologica. Nelle farfalle tale meccanismo spiega la diversificazione dei loro colori.