Come scegliere il miglior antifurto per l‘auto

Se volete mettere in sicurezza la vostra auto e non avete un garage, la soluzione migliore è installare un sistema antifurto. Durante gli anni le tecnologie si sono evolute e sono arrivati a realizzare dei sistemi di antifurto molto sofisticati che sono in grado di collegarsi anche agli smartphone oppure possono essere controllati in remoto attraverso l’utilizzo di particolari telecomandi, come quelli che trovate su https://www.telecomandiuniversali.it.

Installare un sistema di antifurto sulla propria auto è l’unica soluzione utile se si vuole proteggerla dai malintenzionati che la vogliono rubare. Ma scegliere l’antifurto giusto può essere un po’ complicato perché bisogna tener presente di molti dettagli che una volta finito di essere installato renderà molto efficiente la vostra scelta. Abbiamo deciso di scrivere questa guida proprio per aiutarvi a scegliere l’antifurto migliore per la vostra auto.

Avere un allarme in auto è ancora oggi uno dei modi più efficaci per poter proteggere la propria auto dai ladri che vogliono rubarla o semplicemente che la vogliono aprire per rubare quello che c’è al suo interno in bella vista, magari dimenticato dalla fretta.

L’allarme più classico, al quale ormai siamo tutti abituati e anzi quasi non ci facciamo più caso, sono quelli che si sentono in tutte le città scoppiare dal nulla e spesso sono attivati semplicemente da un lieve urto alla carrozzeria. Per questo motivo non basta scegliere un antifurto che abbia solo un allarme dal volume altissimo che scatta anche per un non nulla. Bisogna scegliere un antifurto che abbia molte altre caratteristiche utili e importanti come possono essere i sensori per la rilevazione di urti, applicazioni da installare sul proprio smartphone e trasmissione crittografica.

Vediamo quindi nel dettaglio quali sono le caratteristiche fondamentali che un buon antifurto per auto deve avere per garantirvi la piena sicurezza del vostro mezzo.

Sensore urto e movimento

Questa caratteristica attività di sicurezza è la base della maggior parte dei sistemi di antifurto e funziona in questo modo. Se il sensore rileva un movimento dentro l’abitacolo, se l’auto viene colpita o spinta il sensore rileva un pericolo, un probabile furto e fa quindi scattare un allarma che può essere il suono della classica sirena e in più invia al vostro smartphone una notifica rilevandovi il probabile pericolo di furto.

La maggior parte delle automobili nuove danno la possibilità di installare un’applicazione sul proprio smartphone che monitora i movimenti della vostra automobile, indicano tramite il GPS, il punto esatto dove si trova la vostra auto, invia notifiche in caso di pericolo o nei casi più sofisticati blocca il motore della vostra automobile per una sicurezza maggiore.

Luci e clacson si attivano per rilevare un pericolo

Questa è una funzione in più molto utile che serve ad attirare ancora di più l’attenzione verso l’auto che potrebbe essere in quel momento soggetta al furto. Come dicevamo prima alla classica sirena che suona siamo tutti abituati e non ci preoccupiamo più di tanto su quello che sta succedendo, per questo motivo adesso si è inserito questo segnale in più.

Quando scatta la sirena l’auto accende le 4 frecce e suona automaticamente il clacson a intermittenza e sicuramente in questo modo i passanti noteranno che c’è qualcosa di sospetto che sta succedendo in quel momento.

Blocco accensione

La funzione migliore da installare è il blocco dell’iniezione. Quasi tutte le auto nuove hanno in dotazione questo sistema di sicurezza.

Una volta che si inserisce l’antifurto, in automatico si blocca anche il sistema di iniezione. questo sofisticato e potente sistema di antifurto funziona in modo tale che ogni volta che si prova ad accendere l’auto questa non parte in quanto non gli arriva carburante o se l’auto si accende si spegnerà in automatico dopo pochi secondi e non si riaccenderà più, fino al momento che il proprietario dell’auto sbloccherà questa funzione.

Telecomando bidirezionale

La scelta di un buon telecomando antifurto è molto importante soprattutto se il telecomando in questione è bidirezionale. Perché precisiamo questa cosa?

I classici telecomandi che vengono dati in dotazione per gli antifurto possono solo accendere o spegnere la sirena o sono in grado di bloccare e sbloccare le portiere e sono chiamati unidirezionali.

Invece, i telecomandi antifurto bidirezionali, cioè a due vie, mandano un avviso, se l’antifurto è attivo, ogni volta che qualcuno proverà ad aprire l’auto o peggio ancora farla partire.

Crittografare la trasmissione

I ladri moderni, se così li vogliamo definire, non utilizzano più il classico piede di porco per forzare la portiera ed entrare nell’auto, loro utilizzano sistemi sofisticati che sono in grado di hackerare il segnale del telecomando e quindi di disattivare in tutta comodità l’allarme e quindi di rubare l’auto in tutta anonimità.

Evitare tutto ciò è possibile, basterà scegliere un antifurto di tipo wireless dotato di crittografia che ti permetterà di gestire la tua auto in remoto e soprattutto in sicurezza impedendo ai ladri furbi di intercettare le frequenze e clonarvi il telecomando.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *