Parmigiano: arrivano provvedimenti per difenderlo dalle minacce di dazi americani

Il Consorzio Parmigiano ha visto approvarsi da parte del Ministero delle Politiche Agricole il Piano di Regolazione 2020/2022. La qualche ossa risulta anche uno strumento di difesa dalle minacce di dazi mosse da Trump.

Il nuovo decreto

Il decreto n. 8868 fortemente approvato dal Ministro Gian Marco Centinaio lo scorso 13 agosto 2019 è stato una manna dal cielo. Esso aiuterà la produzione, che si trova già in un periodo molto felice per l’aspetto remunerativo.

Il Parmigiano Reggiano è in primis, il marchio Dop in assoluto al mondo per influenza (classifica “The Most Influential Brands 2018” curata da IPSOS). Inoltre rappresenta anche il primo prodotto food DOP/IGP per valore alla produzione (rapporto Qualivita-Ismea).

La produzione progressiva di questi ultimi tre anni (+12%) è stata affiancata da un rafforzamento dei redditi. Questi ultimi resi possibili anche dalle quotazioni del formaggio stabili e remunerative per l’intera filiera.

Nel 2019 la quotazione del prodotto ha sbaragliato i record avuti finora, finendo in vendita oltre gli 11 euro al chilo (stagionatura 12 mesi).

La soddisfazione del Presidente Nicola Bertinelli

Il Presidente Nicola Bertinelli ha affermato soddisfatto “Un contributo importante a questi risultati è venuto proprio dal Piano produttivo che negli ultimi anni ha dato certezze alla programmazione delle imprese ed accompagnato una crescita regolare e risorse aggiuntive per un grande rilancio della marca Parmigiano Reggiano”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *