Disboscamento a Parma: è polemica

Il disboscamento di alberi a Parma e a Monticelli Terme ha smosso non poche polemiche sul territorio emiliane.

La reazione di Legambiente

Legambiente ha tentato di rimanere “pacifica” attraverso un dialogo con le Amministrazioni. Questo nella speranza di intervenire e arginare la situazione.

Con il suo atteggiamento aveva raggiunto una sorta di compromesso con il Comune di Montechiarugolo. Tuttavia la stessa cosa non è valsa per il Comune di Parma, anche se qualche promessa quasi certa era stata messa in cantiere.

Legambiente ci ha tenuto pertanto a dire la sua. Lente sostiene infatti che il taglio degli alberi in piena estate, è un gesto a dir poco scellerato. Circa poi gli interventi effettuati nei giorni scorsi, un pericolo eventuale di crollo poteva riguardare l’area in cui sono stati abbattuti numerosi pioppi bianchi, tra cui quelli di viale Villetta, a Parma.

Non esiste motivo o giustificazioni validi per cui si possa consentire un disboscamento come quello attuato nei giorni scorsi.

Tagliare gli alberi d’estate è sintomo di ignoranza

Abbattere una simile mole di alberi di questi periodi significa essere ancorati ad una ignoranza gretta e ad una mancanza culturale di taluni politici e funzionari, e anche di agronomi, che non considerano l’importanza della vegetazione. Non solo come strumento estetico ma proprio come valore ecologico rurale.

Legambiente, vorrebbe che un po’ in tutti i paesi si imparasse l’arte della buona gestione del verde.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *