I discount sono sempre più apprezzati dagli italiani: ecco quanto si può risparmiare

Quando si tratta di fare la spesa, si cerca sempre di guardare alla qualità, ma anche al portafogli e dunque al risparmio. In questo senso, esistono opzioni come i discount che spesso si rivelano una scelta più che azzeccata. Gli italiani lo sanno già, perché il successo di questi esercizi commerciali è sempre più evidente nel nostro paese. Grazie ai discount, infatti, è possibile unire l’utile al dilettevole, vale a dire risparmiare e al tempo stesso evitare di rinunciare alla qualità dei prodotti portati nelle nostre tavole.

Il successo dei discount

Poco sopra abbiamo anticipato il successo dei discount, e in questo senso può essere utile analizzare la questione anche da un punto di vista numerico. Qui risultano molto utili i dati diffusi dalle indagini di settore: secondo quanto è emerso, si parla di una crescita del +60% concentrata negli ultimi dieci anni. Un incremento dovuto in gran parte alla convenienza e alla possibilità di non rinunciare alla qualità, visto che, stando alle ricerche, facendo la spesa in un discount è possibile arrivare ad un risparmio netto del 33% rispetto ai supermercati tradizionali.

Altri numeri utili per comprendere questo successo: ad oggi in Italia si trovano oltre 4.500 discount, e stando al report di Iri questi ultimi incidono per il 12% sul totale delle vendite in Italia. Si parla di vecchi e nuovi protagonisti: dalle catene che tutti conosciamo già fino ad arrivare a discount come Aldi, un marchio tedesco che di recente ha aperto diversi punti vendita in tutta Italia, compresi due store a Parma e Forlì.

Inoltre, quando si parla di questo tipo di servizi va sottolineata la grande varietà di prodotti a disposizione, dato che nei centri in questione sono presenti sia cibi confezionati, sia alimenti freschi.

La convenienza dei discount

Riallacciandoci al discorso fatto in precedenza, gli italiani amano i discount in primis perché si risparmia. Come detto poco sopra, il costo annuo della spesa può scendere del 33% se si mettono a confronto questi centri con quelli tradizionali. Inoltre non si rinuncia mai al buon cibo, visto che i discount ospitano sui propri scaffali alimenti connotati dalla grande qualità degli ingredienti. Questi prodotti costano di meno semplicemente perché si risparmia sul marchio (e sulle spese pubblicitarie di quest’ultimo), e persino sul costo delle confezioni (ridotte all’osso). Altrettanto spesso i prodotti vanno prelevati direttamente dai cartoni impilati nei corridoi, un fattore che a sua volta incide sui prezzi, visto che il discount risparmia in termini di stipendi del personale. E non mancano ovviamente le offerte, molto concorrenziali, specialmente sui prodotti costosi come quelli per la casa e l’igiene. Chi sa come leggere le etichette, quindi, ha già fatto metà del lavoro, perché per il resto valgono i soliti consigli sulla spesa al supermercato, vale a dire identificare i prodotti giusti ed evitare di acquistare alimenti superflui. Una volta messi in pratica questi accorgimenti, il risparmio è assicurato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *