Granatieri della Sardegna: in ricordo della battaglia di Crocetta

Certe cose non si possono dimenticare. Lo sa bene Parma che, un paio di giorni fa ha celebrato un particolare anniversario. In collaborazione con l’associazione nazionale Granatieri di Sardegna di Parma si è tenuto un evento in ricordo del 285° anniversario della battaglia della Crocetta. Battaglia esperita a suo tempo, nell’ormai lontano 29 giugno 1734, appena dopo quella di Colorno.

Una battaglia cruenta da non dimenticare

A suo tempo fu una dura e violenta battaglia, in cui si schierò l’esercito franco-piemontese per liberarsi dal dominio dello straniero austriaco. L’esercito si avvalse dell’aiuto dei Granatieri di Sardegna. Nella battaglia persero la vita migliaia di soldati. Ma difendendo le mura di Parma, la città si salvò.

Durante la commemorazione c’era il Presidente dell’Associazione Granatieri sezione di Parma, Danilo Dumas, affiancato dal consigliere comunale di Colorno Jacopo Rosa. Presente altresì la violinista Maria Caruso-Benecchi impegnata a suonare il nostro Inno nazionale.

Il ricordo nelle parole degli associati

Il generale Meinero Max Massimo ha ricordato l’evento con un discorso pieno di orgoglio. Fierezza cioè di esser appartenuto ai granatieri, corpo dell’arma pieno di passione.

È intervenuto nel discorso anche Cesare Conti che ha ricordato le relazioni esistenti della battaglia tra Colorno e Parma.

L’evento è stato eccezionale in quanto le due donne Emanuela Rizzo e Pamela Borlizzi hanno ricevuto la tessera di iscrizione al corpo dei granatieri. Prime donne in assoluto a far parte dell’associazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *