Lorenza Pigozzi, la comunicazione nel mondo della banche

La comunicazione al giorno d’oggi è di fondamentale importanza. Difatti, ormai il mondo è connesso in modo incredibile ed anche le attività commerciali possono mettersi in contatto con i propri clienti in modi semplici e rapidi.

Tuttavia, per alcune attività commerciali come banche oppure istituzioni finanziarie risulta essere ancora un po’ complicato riuscire a comunicare in maniera efficiente con i propri clienti e con quelli potenziali. Eppure negli anni si è potuto vedere un netto miglioramento nel rapporto comunicativo tra cliente e banca.

Una gran parte del merito di tale miglioramento è da attribuire a Lorenza Pigozzi. Chi è questo personaggio? Ebbene, occorre analizzare la sua storia e trarre da essa alcune lezioni preziose.

Lorenza Pigozzi: gli inizi in MedioBanca

Lorenza Pigozzi attualmente è il manager che gestisce la principale comunicazione del gruppo MedioBanca. La sua carriera comunque, era iniziata in modo decisamente diverso. Infatti, Lorenza aveva ottenuto ottimi risultati nel corso della sua allora breve carriera lavorativi, ma in settori economici e contabili. Tuttavia, nel 2003 arriva la svolta.

A Lorenza Pigozzi viene affidato l’arduo compito di costruire da zero la comunicazione MedioBanca. Proprio così, perché prima di allora il gruppo finanziario non aveva alcun tipo di comunicazione. Alla Pigozzi tale compito e ruolo apparivano come una sfida molto ardua ai limiti dell’impossibile.

Si può affermare ciò prendendo in esame diversi aspetti. In primo luogo, nel 2003 non c’erano metodi odierni e tecnologici per comunicare direttamente con il cliente. Basti pensare che non esisteva Facebook o social network che avevano raggiunto una fama mondiale. Internet esisteva è vero, ma specialmente nel territorio italiano, era ancora una materia oscura, chiara solo da parte di qualche gruppo isolato di appassionati di informatica.

Inoltre, se come già accennato prima curare la comunicazione di una banca è difficile oggi, ai tempi era ancora peggio. MedioBanca nel 2003 veniva vista come un gigante finanziario freddo e distaccato dai propri cari clienti. Proprio per questa ragione, i clienti avevano quasi timore di instaurare un rapporto amichevole ma rispettoso e serio con l’istituzione finanziaria.

La Pigozzi comunque, non si è fatta intimorire dalla situazione, ma ha dimostrato una grande determinazione, rimboccandosi le maniche e riuscendo a creare qualcosa di mai visto prima.

Pigozzi crea un nuovo metodo di comunicazione

Dovendo partire da zero, Lorenza Pigozzi cerca un modo per far familiarizzare clienti vecchi e nuovi con l’istituzione bancaria. Come prima cosa quindi, decide di creare una sorta di storytelling inerente a MedioBanca. Creando quello che si può definire come una sorta di Album dei ricordi, la Pigozzi fa assumere al gruppo finanziario un contorno più umano, quasi familiare, che tende a suscitare reazioni emotive e fiducia nel cliente.

A ciò comunque, Lorenza Pigozzi associa alcune delle qualità che hanno sempre contraddistinto MedioBanca, come ad esempio serietà, professionalità, rispetto e riservatezza. Insomma, l’idea è quello di mescolare qualcosa di innovativo con le grandi certezze del passato.

La formula, come si può facilmente immaginare, funziona alla perfezione. Su tali basi poi, la Pigozzi continua a costruire la nuova narrazione di MedioBanca, che tende quindi a scrollarsi di dosso alcuni stereotipi del passato che la vedevano come fredda e distaccata. Nel 2004 poi, l’allora capo azienda della società finanziaria, Alberto Nagel, decise di dare una svolta anche alla politica generale di MedioBanca.

Nagel decise di virare verso l’estero e di offrire più banca e meno partecipazioni ai clienti. Queste intenzioni vennero comunicate prima con le parole e poi con i fatti grazie all’operato eseguito da Lorenza Pigozzi. Difatti, MedioBanca apre uffici all’estero ed in paesi al di fuori dei confini italiani la sua reputazione cresce ancora di più. A poco a poco, MedioBanca riesce a diventare una realtà solida ed internazionale.

La nascita di CheBanca!: un ulteriore successo

Un’altra grande soddisfazione la Pigozzi l’ha ottenuta nell’anno 2009. Nasce infatti CheBanca!, la banca del gruppo MedioBanca che riassume in toto le idee e le strategie di Pigozzi per quanto riguarda la comunicazione. CheBanca! infatti, riesce a conferire vantaggi ai clienti e metterlo a proprio agio. La comunicazione tra utente finale ed istituzione finanziaria risulta essere semplice e facile.

A poco a poco, grazie a CheBanca! Lorenza Pigozzi riesce a far trasmigrare la comunicazione analogica ad una moderna comunicazione digitale: più semplice, più amichevole, più intima e veloce. Inoltre, CheBanca! si avvicina anche ai giovani in questo modo e questo target si affida particolarmente all’istituto finanziario del gruppo MedioBanca perché si sente tutelato e sicuro. D’altronde, di base la nuova banca possiede sempre le qualità principali ed indiscusse che hanno portato al successo MedioBanca.

I tempi moderni: ulteriori successi ed una partnership esclusiva

Negli ultimi anni, sono da evidenziare alcune decisioni di Lorenza Pigozzi. Nel 2013, la carriera del manager della comunicazione ha ottenuto un altro grande successo. Difatti, in quest’anno Pigozzi è stata nominata come la principale indiziata per guidare la Direzione comunicativa del gruppo.

Con questa carica, Pigozzi ha assunto il controllo e la supervisione di numerose aree che includono Social Media, Comunicazione Csr, Ricerca ed analisi e numerose altre ancora. Grazie alle idee della Pigozzi e all’aiuto dei suoi validi collaboratori, i risultati positivi della MedioBanca sono ormai sotto gli occhi di tutti ed anzi molti altri si ispirano al suo modello per riuscire a raggiungere il successo.

Nel 2016 poi, Lorenza Pigozzi ha stimolato MedioBanca ad ottenere una partnership esclusiva con il Comitato italiano Paralimpico. Un evento esclusivo ed innovativo, dal momento che nessuna altra istituzione finanziaria si era esposta per sostenere eventi ed iniziative a favore dello sport e dell’integrazione di coloro che hanno difficoltà di vario genere, ma vogliono continuare a seguire un proprio obiettivo.

Lorenza Pigozzi: e la sua vita privata?

Al contrario di quello che si può pensare comunque, Lorenza Pigozzi non ha speso tutta la sua vita affaticandosi intorno al lavoro. Il suo dovere la Pigozzi lo compie sempre, ma negli anni è riuscita a costruirsi anche una propria identità personale e sociale.

Ha alcuni Hobby, come ad esempio quello di rilassarsi durante i week-end in campagna, lontana dalla stressante routine lavorativa, magari a coltivare l’orto incrementando la sua passione per il giardinaggio. Pigozzi comunque tiene slegata la vita privata da quella professionale, rispecchiando anche il perfetto stile MedioBanca: privacy e rispetto vengono prima di tutto.

In ultima analisi, Lorenza Pigozzi è un esempio da imitare sotto diversi punti di vista. La sua storia insegna a chiunque che con creatività e forza di volontà si possono raggiungere e superare ostacoli che sembrano insormontabili, ottenendo durante la propria carriera professionale numerose soddisfazioni e successi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *