Le Fiere di Parma si convertono all’e-commerce: entrate a far parte del mondo digitale

Le Fiere di Parma si convertono alla e-commerce. Pare infatti che siano entrate a far parte dell’AICOD, una delle società leader in Italia in strategie online.

Questa partnership si prefigge lo scopo di portare un’attività tanto redditizia all’evoluzione in campo del digitale, dalla comunicazione social all’e-commerce. Non a caso, saranno infatti proposti nuovi servizi, per le aziende espositrici durante le manifestazioni fieristiche.

Quali i progetti

Tra i progetti già avviati si terrà il MyBusinessCibus la piattaforma digitale che metterà in relazione buyers proveniente da ogni parte del mondo ed aziende agroalimentari italiane.

La nuova partnership, si occuperà del settore del cibo e non solo, e coinvolgerà una vasta gamma di brand. Ricordiamo soprattutto Maserati, Antinori, Barilla, Consorzio del Parmigiano Reggiano, Immergas, Davines e così via.

Le parole del CEO di Fiere di Parma

Antonio Cellie, CEO di fiere di Parma ha spiegato “L’entrata di Fiere di Parma in Aicod rappresenta un’innovazione importante che i nostri azionisti hanno fortemente voluto per evolvere ed in futuro in parte trasformare il nostro modello di business”.

Le fiere devono avere successo non solo per la quantità di stand che si espongono ma anche per un nuovo approccio al mondo virtuale. Bisogna pertanto imparare a costruire piattaforme digitali permanenti. Per delle fiere più innovative.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *