Taverna come luogo d’incontro: le caratteristiche

Cos’è la taverna? Può essere considerata un luogo di incontro in cui trascorrere un po’ di tempo libero? Quali sono le caratteristiche che una taverna nello specifico dovrebbe avere e come fare per ricreare in casa una vera e propria taverna? Cerchiamo di rispondere a tutte queste domande. In passato la taverna era un luogo in cui poter mangiare, bere ed anche dormire.

Attualmente, parlando di taverna e considerando la definizione del dizionario, si fa riferimento a trattorie arredate in stile rustico in cui poter mangiare e bere. Come in tempi antichi, anche ora, la taverna è un locale rustico, non elegante o sfarzoso ma sicuramente un luogo piacevole in cui trascorrere del tempo all’insegna del buon cibo e dell’intrattenimento.

Cosa mangiare e bere in taverna

Un luogo di questo tipo, con l’adeguato arredo taverna, può essere considerato un posto molto simile ad una trattoria, dove il cliente può ritrovare un ambiente rustico e piatti soprattutto della tradizione.

A frequentarla sono sia persone del posto sia turisti che vogliano fare esperienza dei piatti e dei vini tipici della tradizione di quel posto. In taverna si possono gustare, dunque, i piatti tipici della cucina locale, spesso preparati in casa e con i prodotti del territorio.

Anche i vini sono spesso prodotti nel luogo e non serviti nelle bottiglie ma nelle brocche. La differenza con un ristorante sta nei prezzi che vengono praticati, spesso più accessibili. Inoltre, anche l’“aria” che si respira è più informale e sembra di essere in casa.

Infatti, mentre in un ristorante sono presenti un lungo menu (e, dunque, una proposta di piatti molto ampia) e un numero di coperti maggiore, nelle taverne i piatti proposti spesso cambiano, a seconda anche della stagionalità dei prodotti, e lo spazio è più ridotto (e questo si traduce in un minor numero di coperti).

In una taverna, dunque, si respira un’aria familiare e si possono apprezzare gusti genuini nei piatti e nei vini, proprio come se si fosse in casa propria, non dimenticando anche la possibilità di poter incontrare gente nuova e dar via a momenti di socialità e condivisione.

Come replicare una taverna in casa propria

Il fascino della taverna può essere trasferito anche in casa propria, soprattutto se si possiede un garage o una cantina da adibire a questo scopo. Ovviamente, per trasformare la propria cantina o garage in taverna, è necessario ottemperare a tutti gli obblighi previsti dalla legge e quindi verificare che ci siano tutte le condizioni di agibilità.

Infatti, è essenziale affidarsi ad un professionista del settore che verifichi che siano rispettate tutte le norme igienico sanitarie previste. A questo proposito, sarà necessario eliminare l’umidità dall’ambiente con la predisposizione di un vespaio aerato sotto la pavimentazione, in modo che non si verifichino fenomeni di umidità di risalita.

Poi, mettere a punto gli impianti elettrici ed idrici in modo che l’ambiente sia del tutto indipendente dalla propria casa.

Ma perché può essere una buona idea dotarsi di una taverna in casa propria? Pensare di poter trascorrere del tempo con i propri familiari o amici in un ambiente accogliente, rustico e caldo, direttamente in casa propria, è una piacevole idea soprattutto nelle fredde serate invernali quando non ci si vuole spostare da casa ma si vuole comunque avere compagnia.

Si potranno organizzare cene con piatti genuini e vino, accompagnati da canti, giochi di carte o l’intrattenimento che più si preferisce.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *