Internazionali tennis Roma 2019, si entra nel vivo: ecco chi sono i favoriti

Si sono disputate oggi le prime partite del secondo turno degli Internazionali di tennis di Roma 2019: si tratta di una delle edizioni più attese di sempre, considerato che sulla terra rossa della capitale torna a giocare anche Roger Federer. Lo svizzero infiammerà il Foro Italico nella giornata di domani quando esordirà nel torneo scontrandosi, ovviamente sul Centrale, col portoghese Joao Sousa.

Difficile prevedere una vittoria finale di re Roger: l’ex numero uno al mondo è tornato a giocare su questa superficie appena una settimana fa, dopo un’assenza di due anni. A Madrid, tutto sommato, non è andata male: Federer si è arreso nei quarti, al terzo set, contro uno specialista come Thiem e di certo sui campi romani potrà vantare già una miglior condizione.

Non solo Federer, Nadal e Djokovic

Giocoforza i primi tre del mondo possono essere considerati i favoriti, anche se a loro va aggiunto appunto Dominic Thiem, di certo un “top 3” sulla terra. Andiamo ad analizzare i momenti di forma di ognuno di loro, detto dell’incognita Federer.

Rafa Nadal è l’osservato speciale: vincitore di 8 volte degli Internazionali d’Italia, lo spagnolo per la prima volta dal 2004 arriva qui a Roma senza aver vinto ancora un torneo in stagione. Nei suoi “feudi”, a Montecarlo e Barcellona, è stato battuto in semifinale da Fognini e, ancora, Thiem, a Madrid si è arreso invece, sempre in semifinale, a Tsitsipas. Il favorito numero uno resta comunque lui e lo dimostrano le quote: una sua vittoria è pagata a 2.50 volte la puntata iniziale.

Leggermente più alta (3.00) la quota per il trionfo di Novak Djokovic. Il serbo si è gettato alle spalle un pessimo momento di forma che di fatto è cominciato dopo la vittoria agli Australian Open e che è durato fino alla vittoria della scorsa settimana a Madrid. Il suo obiettivo stagionale è il Grande Slam, la preparazione è stata mirata per arrivare al Roland Garros nel miglior momento di forma. L’accoppiata Madrid-Roma non è impensabile, ma è più complicata di quanto non dicano le quote.

Detto di Federer, quotato a 13, vale la pena sottolineare anche la quota di Dominic Thiem: l’austriaco è il terzo favorito per i bookmakers come Betflag, una sua vittoria pagherebbe 6 volte la giocata. Dopo i trionfi ad Indian Wells e Barcellona, a Madrid si è fermato in semifinale dopo due tie-break contro Djokovic in semifinale. Può essere un’ottima scommessa.

Gli italiani e gli outsider

Zverev, campione nel 2017 e finalista lo scorso anno, è stato subito battuto dal nostro Matteo Berrettini. Il giovane italiano, 33 al mondo, ha vinto un titolo 250 a Budapest per poi raggiungere la finale a Monaco di Baviera. Il momento è ottimo, sognare non è vietato e quella quota a 81 è davvero appetitosa…

Inutile dire che poi gli occhi di tutti gli appassionati italiani sono su Fabio Fognini, primo compatriota a vincere un 1000 in carriera, a Montecarlo. Numero 12 al mondo, ha esordito contro Tsonga senza troppi problemi ma le condizioni fisiche non sono al top. E’ quotato a 21.

Il finalista di Madrid, il giovanissimo greco Tsitsipas (7 al mondo) è invece pagato a 17 volte la posta, via via poi scorrono i vari Wawrinka (31), Cilic (51), Coric (51), Cecchinato (67), Del Potro (67), Shapovalov (67) e tanti altri. Di certo ne vedremo delle belle da qui alla finale di domenica.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *