Lo Stato stanzia 67 mila euro per proteggere le scuole parmensi dalla droga

Il Governo ha stanziato per la città di Parma quasi 67 mila euro. Essi hanno lo scopo FI promuovere attività di prevenzione e contrasto dello spaccio di stupefacenti nei pressi delle scuole.

Le parole della deputata Cavandoli

Parma sarà uno dei 100 comuni che potrà avvalersi dei 4,2 milioni di euro del Fondo “Scuole sicure”. Fondi atti a creare nuovi sistemi di videosorveglianza e con lo scopo di lanciare campagne informative di prevenzione contro lo spaccio e la droga.

I comuni potranno anche usarli allo scopo di promuovere i servizi di controllo della Polizia municipale. Questo almeno è quanto spiega Laura Cavandoli, deputata parmigiana della Lega (nonché membro della Commissione bicamerale per l’infanzia e l’adolescenza).

L’emergenza droga a Parma

La droga è diventata una piaga a Parma. Per cui queste risorse potranno consentire l’uso di nuovi mezzi atti ad allontanare i ragazzi da questo problema sociale.

La deputata Cavandoli appartiene alla corrente politica della Lega. Il che dimostra come il partito si stia impegnando in favore degli amministratori locali. Grazie al Decreto sicurezza i sindaci avranno più potere. È altresì cominciato il rafforzamento di tutte le questure d’Italia con opzioni aggiuntive per la videosorveglianza. Tutto pur di dare la sicurezza che meritano ai cittadini.