Verifica posizionamento su Google, consigli e dritte su come fare

Se un sito fa pochi accessi giornalieri, di norma è fondamentale porsi almeno le seguenti due domande: il sito è indicizzato? E, soprattutto, è ben posizionato sui motori di ricerca? In questi casi, come peraltro mette in evidenza ed illustra Jfactor.it, la verifica posizionamento su google è la prima cosa da fare per capire quali siano le criticità per cui un sito sul web, in termini di accessi, non riesce a decollare.

I tool gratuiti per verificare il posizionamento sui motori di ricerca

Su Internet, al riguardo, esistono molti tool che sono gratuiti e che permettono di fare la verifica del posizionamento di un sito sui motori di ricerca, ed in particolare su Google che è attualmente quello più utilizzato in tutto il mondo da chi naviga in Rete e va alla ricerca di notizie, di informazioni, ma anche di prodotti da acquistare.

In realtà, al fine di migliorare il posizionamento di un sito, l’operazione di verifica è solo il primo passo di un lavoro che è sempre bene affidare ad un esperto, ovverosia ad un professionista della search engine optimization che sarà in grado di capire su quali chiavi di ricerca il portale risulta essere ben posizionato, e su quali invece sono necessari degli interventi e delle ottimizzazioni al fine di migliorare nel tempo il ranking su Google.

Come migliorare su Google il ranking di un e-commerce

Se per esempio il sito Internet da posizionare è un portale di e-commerce di prodotti e di articoli di elettronica, è chiaro che gli accessi potranno crescere o meno in base al buon posizionamento su motore Google per chiavi di ricerca che spaziano da ‘migliore iphone’ ad ‘acquisto cellulare’ e passando per ‘videogiochi scontati’, per ‘tablet economici’ e per ‘fitness tracker’.

Tutto per rendere l’idea di quelle che, generalmente, sono le frasi che, con maggiore frequenza, inseriscono sul motore Google coloro che navigano in Rete.

La search engine optimization, perché affidarsi ad un esperto

L’esperto SEO, proprio sulle parole chiave che sono attinenti ai contenuti del sito, e che sono più ricercate in Rete, è in grado di effettuare delle correzioni tali che nel tempo il portale, agli occhi di Google, sarà in grado di guadagnare in reputazione ed in autorevolezza rispetto ai siti concorrenti.

La fase di monitoraggio delle keyword è importantissima, ragion per cui l’analisi non può essere fatta adottando metodi e criteri di scelta ‘fai da te’, ovverosia senza avere alle spalle una solida esperienza pregressa nella search engine optimization.

L’esperto SEO, infatti, analizzando un set quanto più ampio possibile di parole chiave attinenti con il sito, ed avvalendosi di tool come SEO Zoom, può capire dove andare a concentrare gli sforzi per migliorare il posizionamento dei contenuti su Google.

Per quanto detto, chi si affida ad un professionista della SEO in genere rientra dal compenso pagato all’esperto in tempi brevi in quanto il sito farà poi registrare maggiori accessi che porteranno ad un incremento delle vendite e/o dei ricavi pubblicitari.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *