Nicola Bertinelli vicepresidente di Arepo

Un nuovo importante incarico per il presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano Nicola Bertinelli, che ieri – a Bruxelles – è stato nominato vicepresidente di Arepo, la rete europea delle Regioni produttrici di Dop e Igp che riunisce oltre 32 Regioni di otto Paesi europei.

Arepo ha l’obiettivo di promuovere gli interessi dei produttori e dei consumatori delle Regioni europee impegnate nella valorizzazione dei prodotti agroalimentari di qualità.

L’attività riguarda tutti i temi legati alle produzioni di qualità, dalla promozione alla tutela, dalla ricerca all’adeguamento delle normative comunitarie, dalla cooperazione con le istituzioni europee alla collaborazione con le altre reti internazionali.

“Sono orgoglioso di sedere al tavolo di Arepo in qualità di vicepresidente. Il mio impegno sarà quello di promuovere gli interessi dei produttori e dei consumatori delle Regioni europee impegnate nella valorizzazione dei prodotti agroalimentari di qualità. Ringrazio la Regione Emilia Romagna, in particolare l’assessore all’Agricoltura Simona Caselli, che ha compreso le grandissime potenzialità di questo strumento e che mi ha coinvolto in questo network che avrà un peso determinante nelle definizione delle scelte che riguardano il mondo delle Indicazioni Geografiche”, ha affermato Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano.

“L’Emilia-Romagna è in prima fila per chiedere maggiore attenzione per le produzioni di qualità certificata, anche nell’ambito della definizione della nuova Pac. L’elezione di Nicola Bertinelli a questo importante ruolo nell’ambito di Arepo è un apporto fondamentale in termini di conoscenza del mercato e delle necessità e opportunità della tutela, soprattutto in un contesto in cui sono in fase di definizione sia la futura Pac, sia i trattati che disciplineranno il commercio internazionale” ha dichiarato l’assessore all’agricoltura, caccia e pesca della Regione Emilia-Romagna Simona Caselli a conclusione dell’assemblea di Arepo.

I Commenti sono chiusi.