Montecchio. Blocca il ladro mentre passeggia col figliolo

Ci sono persone che la divisa ce l’hanno cucita addosso. E che non si sottraggono al senso del dovere nemmeno quando non sono in servizio. Alcune settimane fa un agente della Polizia Locale dell’Unione Pedemontana, mentre passeggiava in borghese con il figlioletto in via XX Settembre a Montecchio, ha bloccato un ladro che tentava di darsi alla fuga dopo un furto.

D.C., che non amando i riflettori ha chiesto di non rendere note le sue generalità, poco dopo le 10 si trovava sotto i portici del Municipio in piazza Repubblica, quando due uomini dall’accento italiano lo hanno avvicinato chiedendogli in prestito il telefono cellulare per chiamare un taxi, con la scusa che avevano esaurito il credito. «Erano trafelati e avevano un modo di fare un po’ strano, così ho fatto io stesso la chiamata, ma senza alcuna risposta – racconta il poliziotto della Pedemontana –. Dopodiché, non essendo riuscito a chiamargli un taxi, mi hanno salutato e se ne sono andati verso la piazza. Ma mentre camminavano li ho osservati, riuscendo così a memorizzare la loro fisionomia e gli abiti che indossavano».

E D.C. ha fatto decisamente bene, perché di lì a poco avrebbe incrociato nuovamente la coppia di malviventi in via XX Settembre, vicino ad una macelleria. «Uno dei due, con jeans e giubbotto scuro stringeva tra le mani una borsetta da donna di colore nero – prosegue – così gli ho intimato di fermarsi, mentre l’altro si è dileguato fuggendo verso la piazza. Gli ho domandato di chi fosse la borsetta e mi ha risposto che era sua, dopodiché l’ha gettata a terra e ha cercato di scappare».

A quel punto, però, a dar man forte all’agente pedemontano è intervenuto il macellaio, nel frattempo uscito dal negozio, sbarrando la strada al malvivente che non ha opposto alcuna resistenza, tant’è che non è stato necessario nemmeno bloccarlo con la forza. D.C. ha avvertito il 112 e poco dopo il ladro è stato preso in consegna da una pattuglia della Polizia Municipale della Val d’Enza. Così l’agente fuori servizio è potuto tornare a godersi la giornata di (quasi) riposo.

I Commenti sono chiusi.