Cariparma: aumentano ricavi e guadagni (e costi per commissioni…)

Il Gruppo Crédit Agricole in Italia – l’ex Cassa di Risparmio di Parma – a fine 2017 ha fatto registrare un risultato netto aggregato di 733 milioni di euro, in crescita del 14,7% rispetto al 2016. In crescita del 3,1% i ricavi, che salgono a 3,1 miliardi di euro. Il totale dei depositi e fondi clienti, a valle delle operazioni straordinarie perfezionate nel corso del 2017, si attesta a 257 miliardi di euro, considerando anche gli asset under management e l’attività di banca depositaria. I crediti alla clientela superano i 64 miliardi di euro.

L’utile netto civilistico è stato pari a 690 milioni di euro e un utile netto gestionale per il 2017 è pari a 250 milioni di euro. Il risultato include la contabilizzazione del badwill relativo all’acquisizione di Cassa di Risparmio di Cesena, Cassa di Risparmio di Rimini, Cassa di Risparmio di San Miniato; al netto di questa componente ed altri oneri di integrazione il risultato si attesta a 250 milioni, in significativa crescita rispetto al 2016 (208 milioni).

Con le nuove banche acquisite, il denaro intermediato è arrivato a circa 160 miliardi di euro nel corso dell’anno (+6%). I crediti verso la clientela ammontano a 44 miliardi di euro (+3%), compreso uno stock di crediti deteriorati netti di 2,8 miliardi (-12% ), al netto però dell’ingresso delle tre Casse acquisite.

I proventi della banca vengono soprattutto da interesse sui prestiti e i mutui (915 milioni di euro l’anno scorso, -1,8%) e commissioni sulle operazioni (757 milioni nel 2017, +7%)

“Continua il costante supporto alle famiglie, con una crescita dello stock di prestiti per l’acquisto abitazione (+9%) e dei volumi intermediati di credito al consumo (+35% a/a). Il sostegno all’economia si conferma a ottimi livelli con finanziamenti alle imprese in crescita del +3,5% a/a, con particolare attenzione ai segmenti chiave per il Gruppo, come l’Agri-Agro”, sottolinea Cariparma.

Il Gruppo è composto, al 31 dicembre 2017, oltre che dal Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, anche dalle società di Corporate e Investment Banking (CACIB), Credito al Consumo (Agos, FCA Bank), Leasing e Factoring (Crédit Agricole Leasing e Crédit Agricole Eurofactor), Asset Management e Asset Services (Amundi Italia, CACEIS), Assicurazioni (Crédit Agricole Vita, Crédit Agricole Assicurazioni, Crédit Agricole Creditor Insurance) e Wealth Management (CA Indosuez WM e CA Indosuez Fiduciaria). In totale, considerando tutte le business lines presenti in Italia, si raggiungono i 4 milioni di clienti.

I Commenti sono chiusi.