Dopo 148 anni la Provincia lascia il Palazzo di p.le della Pace

Da oggi tutti gli uffici della Provincia di Parma sono collocati a Palazzo Giordani, sullo Stradone, compresi quelli del Presidente e del Consiglio provinciale. Si è infatti concluso il trasloco dall’edifico storico di piazzale della Pace, che resta di proprietà della Provincia di Parma, ma non da oggi non ospita più l’ente.

“Era ormai necessario compiere questo trasloco, sia per motivi logistici che economici – afferma il Presidente Filippo Fritelli – Ora tutte le persone di questo Ente potranno lavorare insieme all’interno di un’unica struttura prestigiosa e funzionale che ospita anche la Destinazione Turistica e l’ex Provveditorato agli Studi. Sono convinto che ne guadagneremo in efficienza e tempestività, e avremo anche alcuni risparmi”.

Nella sede di Piazza della Pace restano al 2° piano gli uffici della Regione e a piano terra quelli del Comune di Parma – Servizi sociali del Quartiere Lubiana – San Lazzaro.

Il Palazzo di Piazza della Pace era stata acquistato dalla Provincia nel 1870, insieme agli edifici allora adiacenti. Nel 1913 il fabbricato venne sopraelevato, dopo varie demolizioni e i danneggiamenti della Seconda guerra mondiale, la parziale ricostruzione, fino all’assetto attuale.

Di particolare pregio resta la Sala del Consiglio provinciale, inaugurata nel 1956, affrescata da Armando Pizzinato e arredata dall’architetto Carlo Scarpa.

Pizzinato vi lavorò a partire dal 1953, realizzando i grandi affreschi raffiguranti la costruzione del Ponte di Mezzo, la trebbiatura, le Barricate del 1922 e l’eccidio di Bosco di Corniglio, a celebrazione della Repubblica nata dalla Resistenza e fondata sul lavoro, come recita la Costituzione.

Carlo Scarpa porta a termine la sistemazione  architettonica della Sala nell’arco di un anno. Si tratta di un progetto d’avanguardia, che ridefinisce ogni elemento: il pavimento, il soffitto con un sistema di illuminazione a plafoniere quadrate, la schermatura di finestre e porte, la mascheratura dei radiatori, il disegno dei tavoli, ed infine il pannello, nella parete alle spalle della Presidenza, con lo stemma bronzeo della Provincia e la data di inaugurazione della sala.

 

Palazzo Giordani

Palazzo Giordani, in Viale Martiri della Liberta 15, venne progettato negli anni ’20 del 1900 dall’ing. Gustavo Tognetti, classe 1892.

Il taglio stilistico dell’opera presenta alcuni degli elementi caratteristici dello stile dell’epoca, il Liberty, senza per venir meno ad un impianto sostanzialmente classicheggiante.

Prima di ospitare gli uffici della Provincia di Parma, la destinazione del palazzo muta nel tempo: dall’originario padiglione universitario per lo studio delle scienze biologiche a sede della Scuola di Avviamento Professionale ad indirizzo commerciale negli anni Trenta, a caserma di un reparto di SS italiane al tempo della Repubblica Sociale, per arrivare, negli anni Cinquanta, a Istituto Professionale di Stato per il Commercio dedicato al letterato Pietro Giordani.

Il palazzo, negli anni 2000-2003, è stato oggetto di un importante intervento di ristrutturazione a firma dell’arch. Haig Uluhogian, che ha coniugato rigore del recupero, funzionalità e innovazione tecnologica.

I Commenti sono chiusi.