Chiusura scuole luigine. Municipio: “Cerchiamo soluzione assieme a suore”

Il Comune di Parma sta seguendo costantemente la vicenda relativa alla decisione da parte della suore Domenicane della Beata Imelde di procedere alla chiusura dell’attività scolastica svolta a Parma il prossimo anno. La decisione coinvolge l’intero Istituto: dalla scuola dell’infanzia Santa Rosa, alla Scuola primaria Santa Rosa, alla secondaria di primo grado PGE Porta fino al liceo delle Scienze Umane PGE Porta.

“Siamo seguendo con estrema attenzione la vicenda – afferma l’assessore comunale Ines Seletti – per garantire in primis la continuità educativa agli studenti. Questa mattina si è svolto un incontro con la scuola per definire e pianificare le possibili soluzioni per andare incontro alle esigenze di continuità per gli alunni e per gli studenti iscritti, e rassicurare le famiglie coinvolte. Il nostro sostegno sarà costante sia nella costruzione che nella valutazione di tutte le alternative. In giornata farò personalmente un sopralluogo nell’edificio della scuola per verificare in prima persona la situazione”.

Stando ad alcune indiscrezioni, il Municipio si sarebbe detto disponibile ad affittare gli spazi delle scuole d’infanzia e della scuola elementare delle luigine, per spostarvi sezioni di altre scuole, magari avviandone di nuove. Ma l’ordine delle domenicane di santa Imelda – da cui dipendono le luigine – non sarebbero disponibili ad un affitto, puntando a vendere il plesso scolastico, perché non più interessate a mantenere contatti con Parma.

L’assessore Seletti riferirà sull’evolversi della situazione lunedì alla commissione Scuola del Consiglio comunale.

I Commenti sono chiusi.