Torna a Parma Chiara Frugoni, star della storia medievale

Domenica 17 dicembre torna a Parma Chiara Frugoni, con due speciali appuntamenti nell’ambito della rassegna Racconti di Natale, organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Parma.

La Frugoni, storica specialista in Medioevo e Storia della Chiesa nota a livello internazionale e particolarmente apprezzata nella nostra città per i suoi studi sulla Cattedrale e sul Battistero, sarà presente la mattina alla Galleria San Ludovico (ore 11.30) con la lettura del suo libro per bambini La storia della libellula coraggiosa (edizioni Feltrinelli, 2015), mentre  il pomeriggio  ( ore 17) incontrerà a Palazzo del Governatore il pubblico adulto a cui presenterà il suo ultimo libro “Vivere nel Medioevo. Donne, uomini e soprattutto bambini” (Edizioni il Mulino, 2017).

Alla Galleria San Ludovico (ore 11.30) si parlerà di “Racconti di Natale. La storia della libellula coraggiosa”, una delicata metafora del cambiamento e della perdita, la storia di una coraggiosa larva di libellula che cresce abbandona lo stagno per andare a scoprire il mondo fuori dall’acqua, raccontata dalla penna e dalla voce di Chiara Frugoni; un racconto avventuroso che emoziona e consola un bambino in cerca del nonno…

Al Palazzo del Governatore (ore 17.00), il tema sarà “Altri Racconti. Vivere nel Medioevo. Donne, uomini e soprattutto bambini”, titolo dell’ultimo libro di Chiara Frugoni, edito da il Mulino, 2017. Come vivevano gli uomini, le donne e soprattutto i bambini nel medioevo? Cominciamo dalla stanza da letto, vivacemente utilizzata anche di giorno: come era ammobiliata? E come ci si difendeva dall’assillo per eccellenza, il freddo? Perché i neonati venivano fasciati come piccole mummie e il rosso era così presente nel loro abbigliamento? Crescere era difficile per un bambino: mancanza di igiene, cibo inadatto, balie incuranti. E il demonio, sempre in agguato, che faceva ammalare, rapiva e uccideva. Se ci si allontanava dalla casa o dalla cella per un viaggio, che cosa poteva capitare? Quali avventure nelle strade brulicanti di pellegrini, penitenti, malfattori?  A tutte queste domande e ad altre ancora risponde l’autrice, presentando il suo libro, un colorato mosaico di oltre duecento immagini e di storie sorprendenti. Un Medioevo come non l’avevamo mai visto.

Per entrambi gli incontri sono ad ingresso libero sino ad esaurimento posti.

Un Commento

  1. Vercingetorige ha detto:

    E , sulla nostra Città nel Medio Evo , potrete anche documentarvi sul volume III , in due tomi , della monumentale Storia di Parma della MUP.

I commenti per questo articolo sono chiusi.