Tep promette più soldi agli autisti in cambio di più produttività

Lunedì scorso è stato siglato un accordo fra l’azienda del trasporto pubblico di Parma Tep e le organizzazioni sindacali, che come già scritto ha consentito la cancellazione dello sciopero proclamato per oggi 14 dicembre (LEGGI QUI).

L’accordo fa perno su due punti principali: dopo il successo del ricorso di TEP al TAR, i già annunciati investimenti per il rinnovo del parco mezzi che porteranno l’entrata in servizio di 82 vetture in 2 anni e il piano di manutenzione straordinaria di 700mila euro approvato lo scorso autunno. Inoltre l’accordo ha stabilito il riconoscimento di un’indennità per il personale, a fronte di un recupero di produttività e di efficienza.

“Siamo soddisfatti per l’accordo raggiunto. – è il commento del presidente di TEP Antonio Rizzi – Ringraziamo le Organizzazioni Sindacali per il fattivo contributo. Sono convinto che tutti insieme abbiamo costruito un accordo per il bene dell’azienda e dei nostri colleghi, i quali hanno avuto il giusto riconoscimento per lo sforzo profuso in questo ultimo anno”.

Soddisfazione ribadita anche dalla RSU e dalle segreterie provinciali di categoria, che aggiungono: “Siamo fiduciosi che questo accordo possa dare l’avvio a una nuova e più positiva stagione di relazioni industriali”.

Un Commento

  1. Grillo sparlante ha detto:

    Dunque alla fine tanto allarmismo, tante polemiche per un mero aumento economico legato alla produttività? Dovrebbero vergognarsi le RSU della TEP, hanno cavalcato polemiche inutili facendo credere che i mezzi tep non fossero sicuri, ignorando che fino al alcuni mesi fa non si potevano acquistare mezzi quando invece i mezzi tep sono i più giovani della regione….. Se volevate dei soldi potevate dirlo chiaramente invece di screditare l’azienda che vi da lavoro

I commenti per questo articolo sono chiusi.