Truffe agli anziani. Maestri sollecita pene più pesanti

La deputata parmigiana Patrizia Maestri sollecita l’approvazione definitiva della legge già licenziata dalla Camera per inasprire le pene per chi truffa gli anziani.

“Episodi come quelli che hanno portato all’arresto degli appartenenti ad una banda specializzata nelle truffe agli anziani sono inaccettabili perché avvengono ai danni di persone vulnerabili, approfittando della loro condizione di obiettiva debolezza. Mi complimento con i carabinieri del Nucleo investigativo di Parma per il successo nell’operazione e ringrazio la 75enne parmigiana che con la sua coraggiosa testimonianza ha consentito l’avvio delle indagini.

“Reati come quelli contestati alle otto persone arrestate non possono restare impuniti ed anzi è necessario che le pene previste vengono significativamente inasprite” – ha spiegato Patrizia Maestri – “Nelle scorse settimane la Camera ha approvato in prima lettura una proposta di legge, di cui sono cofirmataria, che muove proprio in questa direzione e che, anche alla luce di questi eventi, auspico venga rapidamente calendarizzata dal Senato e approvata prima della fine della legislatura. La legge introduce nel nostro ordinamento una specifica tutela per quelle persone, troppe negli ultimi anni, rimaste vittime di truffatori senza scrupoli che facendo leva sull’emotività delle persone anziane e sulla loro buona fede hanno messo in atto veri e propri raggiri con l’aggiunta della beffa di trovare poco tempo dopo le stesse persone impunite e libere di ‘riprovarci’ con altri malcapitati”.

“La norma dovrà ora essere approvata definitivamente dal Senato” – ha concluso – “ed è una di quelle proposte di legge che auspico possa incontrare la convinta adesione di tutte le forze politiche. Parlare di sicurezza in televisione o sui giornali è facile ma quella approvata dalla Camera è una risposta concreta che mette al centro la difesa delle persone più deboli”.

2 Commenti

  1. Vercingetorige ha detto:

    Infatti , questo è il punto : la certezza della pena. Inutile stabilire pene severissime , che poi non sconta nessuno.

  2. Grillo sparlante ha detto:

    Io più che sollecitare pene più pesanti per chi truffa gli anziani solleciterei o anzi, visto che la maestri è deputata, farei pene più pesanti per tutti i tipi di reato di truffa e spaccio assicurando la certezza della pena, anche 3 anni ma che vengano scontati in carcere…. Spiegate alla maestri che non è più sindacalista ma parlamentare e quindi deve agire altrimenti le sue parole valgono tanto come quelle di salvini

I commenti per questo articolo sono chiusi.