Test Professioni sanitarie: gara dura fra i ragazzi

Erano i 999 i ragazzi che stamattina si sono presentati a Parma per i test di accesso ai corsi di laurea delle professioni sanitarie. E oltre la metà di loro non tornerà, perché non riuscirà ad avare abbastanza punti per diventare matricola. Almeno questi ci hanno provato: perché ben 165 neodiplomati che si erano iscritti, non si sono neppure presentati.

Stamani si è regolarmente svolta la prova di ammissione ai corsi di laurea in Fisioterapia, Infermieristica, Logopedia, Ortottica e assistenza oftalmologica, Ostetricia, Tecniche audioprotesiche, Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, Tecniche di laboratorio biomedico, Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia. I candidati presenti erano 999, con una percentuale di presenze dell’85,8% rispetto ai 1.164 iscritti alla prova. I posti complessivi disponibili sono 424, di cui 24 riservati a studenti extracomunitari e 1 riservato a studenti cinesi, meno della metà dei candidati potrà dunque accedere al percorso di studi desiderato. Per gli altri, un altro corso di laurea, oppure la rinuncia agli studi per un anno e un altro test nel settembre del 2018.

I Commenti sono chiusi.