Effetto Parma: “Le nostre proposte per gli anziani”

Una città in cammino verso il futuro e che non lascia indietro nessuno: la Parma che vogliamo continuare a costruire è una comunità dove tutte le persone sono al centro, soprattutto quelle che necessitano di sostegno. Attraverso diversi punti del programma di Effetto Parma presentiamo i nostri impegni per tutelare il benessere e la cura degli anziani con una serie di azioni chiare che garantiscano la migliore assistenza. 

Tra i primissimi progetti concreti, c’è il prossimo completamento della nuova struttura di ASP che metterà a disposizione posti ulteriori per accogliere gli anziani non autosufficienti. Sorgerà all’interno del Parco Intergenerazionale di Villa Parma, un’area verde che verrà finalmente riqualificata e diventerà punto di incontro tra generazioni e luogo di socialità per i cittadini di ogni età del quartiere Molinetto e non solo. Insieme a questo grande intervento, procederemo con la riqualificazione del Romanini-Stuard, come già approvato nel bilancio di previsione 2017 dall’attuale amministrazione. È bene ricordarlo, data la memoria corta di qualche candidato che vorrebbe far sua una proposta che è già in essere. Il complesso verrà recuperato per svolgere la funzione di contenitore dei servizi pubblici rispondendo a specifiche esigenze di posti di Casa Protetta, posti a valenza sanitaria e specializzazioni di servizi sulle demenze. A questi vogliamo aggiungere nuovi posti residenziali per gli anziani in strutture accreditate, secondo le possibilità del Fondo Regionale Non Autosufficienza.

Ma in una città che conta 43.000 anziani, di cui 13.000 anagraficamente soli, occorre mettere in sinergia le forze dei servizi comunali con quelle dell’intera comunità. Come? Pensiamo ad un progetto sperimentale delle Badanti di condominio: una proposta di assistenza condivisa per venire incontro ai bisogni di cura delle persone anziane sole in casa e semplificare, al contempo, l’attività delle operatrici. Sarà una delle azioni da monitorare attraverso un presidio continuativo, concertando le azioni tra i medici, lo sportello per le assistenti familiari, punti di comunità e associazioni del territorio.

Per garantire sostegno e risposte concrete alle esigenze delle famiglie con anziani a carico, avvieremo un nuovo Sportello degli assistenti familiari che metta in contatto le domande delle famiglie con badanti qualificate, formate e iscritte allo specifico albo, curando anche la supervisione a domicilio e il monitoraggio delle attività. Un ulteriore tassello di una politica di sostegno e affiancamento alle famiglie nella cura degli anziani a tutto tondo: con assistenti familiari privati, assegni di cura e supporto di professionisti qualificati dei servizi socio-assistenziali accreditati.

Come amministrazione, ci impegniamo inoltre a mantenere il ruolo pubblico di controllo dell’offerta privata attraverso un monitoraggio che garantisca regole e criteri di erogazione dei servizi. Dalle situazioni più gravi di non autosufficienza a coloro che godono di autonomia e indipendenza, ci impegniamo per una comunità in cui nessuno anziano bisognoso venga lasciato solo.

Comitato elettorale Effetto Parma
Federico Pizzarotti sindaco

I Commenti sono chiusi.