Vita e Colori: personale di Nazzarena Solari alla Galleria S.Andrea

Un percorso di intime opere astratte aprirà sabato 22 aprile alle ore 17 alla Galleria S. Andrea con la prima mostra personale di Nazzarena Solari: “Vita e colori”, organizzata dalla sezione di Parma dell’associazione Ucai. L’inaugurazione è prevista per sabato 22 alle ore 17 presso la Galleria Sant’Andrea, in via Cavestro 6 a Parma. La mostra resterà aperta fino al 4 maggio 2017, con ingresso libero, da martedì a sabato 10-12 e 16-19; domenica 16-19; martedì 25 aprile dalle 16-19.

Come spiega Silvia Secchi nel testo che accompagna l’esposizione: “…ogni quadro è per lei un’opera unica, in cui lo stato d’animo viene trasposto sulla tela. I colori sono presentati nella loro gamma infinita e il risultato che ne scaturisce è nuovo e fresco. Il suo stile è coinvolgente, vitale. Lo spazio è riempito dalla fantasia e dall’astrattismo. In alcune opere ricorda la tecnica utilizzata dal pittore americano Jackson Pollock, considerato uno dei maggiori rappresentanti dell’espressionismo astratto e dell’ action painting. L’artista Nazzarena Solari si differenzia da quest’ultimo per il tocco gentile ed equilibrato con il quale fa uso della tecnica astratta e materica.

L’evoluzione di Nazzarena dalle sue prime rappresentazioni indulge in alcuni quadri verso un’arte composta, in cui si scorge qua e là una natura agli albori, all’origine della terra stessa e che a tratti ricorda la pittura informale di Ennio Morlotti che utilizzava il colore come materia stessa delle proprie opere. La testimonianza della pittrice parla di un’arte fatta con gli strumenti più naturali che possediamo: le nostre mani. Come l’artista stessa dice: “I colori li stendo con le mani, difficilmente utilizzo pennelli. La tela non ha mai un verso preciso, ora è verticale e poi orizzontale. E’ la quantità di colore che sento di mettere sulla tela, che mi guida. L’idea nasce nel mio subconscio e la sviluppo strada facendo, a seconda di come mi sento, di quello che provo”. Forse uno dei dipinti più rappresentativi è quello dal titolo”Oltre le emozioni”. La pittrice si spinge oltre le emozioni, la sua è una ricerca continua nella perfezione astratta. Quando le emozioni superano tutti i canoni misurabili cosa succede? Il colore va da un estremo all’altro da bianco a nero, facendo scaturire un particolare tocco di eleganza. Scavando in se stessa l’artista si completa, le zone di ombra sono compensate da quelle di luce e viceversa. Il quadro suscita nello spettatore sia stupore che attesa, quasi potesse cambiare i colori sotto i nostri occhi.

L’arte di Nazzarena è sempre differente e cambia da un’opera all’altra. Questa sua ricerca incuriosisce e stupisce. I suoi quadri sono quindi una continua scoperta dove la sua immaginazione pare non avere mai fine. Una mostra da guardare, da apprezzare, ma soprattutto da vivere con la propria fantasia. Un viaggio che ognuno compie nella propria interiorità, ove a volte si rispecchia e si ritrova. Un raro esempio di come i colori e le forme indefinite possano suscitare grandi emozioni”.

I Commenti sono chiusi.