Pedoni investiti sulle strisce. La vera emergenza di Parma è il traffico

Il traffico in città sta diventando sempre più un’emergenza a Parma. Anche oggi due macchina hanno investito altrettanti pedone mandandoli all’ospedale.

Erano circa le 18 quando una donna di 55 anni è stata getta a terra mentre attraversava via Venezia sulle strisce pedonali. L incidente si è verificarto all’altezza di via Imperia. Alla guida della vettura, una Lancia Y, era un cittadino italiano di circa 70 anni, che percorreva via Venezia con direzione via San Leonardo. La vittima dello scontro è una donna di origine straniera di circa 55anni, che stava attraversando sulle strisce pedonali dal marciapiede di via Imperia, al lato opposto. Soccorsa prima da alcuni passanti e poi dal 118, è stata portata al pronto soccorso con ferite di lieve entità. Sul posto è giunta anche una pattuglia della Municipale per registrare l’accaduto.

Il secondo investimento è accaduto invece in viale Berenini il primo tratto dello Stradone dal lato del ponte Italia. Qui ad essere colpito da una macchina è stato un uomo, sempre mentre attraversava sulle strisce. L’incidente è accaduto attorno alle 18. Il pedone è stato sbalzato lontano, un volo che gli ha causato alcune fratture. Anche in questo caso è dovuta intervenire l’ambulanza, per accompagnare la persona infortunata al pronto soccorso.

Proprio sullo stesso attraversamento pedonale anche ieri un ragazzo è malamente caduto mentre stava impropriamente attraversando in sella ad una bicicletta, sullo Stradone. Il giovane voleva passare da un lato all’altro di viale Berenini. Probabilmente spaventato dall’arrivo di un veicolo, si è mosso in modo inopportuno rovinando a terra. In questo caso, non sembra esserci stato contatto fra la bici e la macchina. Il ragazzo è comunque rimasto a lungo steso a terra sull’asfalto, ferito nell’impatto.

Un altro incidente si è verificato ogi attorno alle  14 in via Emilia est poco prima del ponte sul Taro, all’altezza del Mulino Grassi. Si è trattato di un tamponamento tra tre veicoli. Tutti e tre i veicoli percorrevano la via Emilia con direzione Parma, quando all’altezza del civico 224  , per cause da accertare venivano a collisione.  I veicoli coinvolti  sono stati:  una Citroen Xara,  condotta da cittadino  straniero di circa 35 anni;  una Golf, condotta da cittadino italiano di circa 40 anni ed una Fiat Punto condotta da cittadino italiano di circa 25 anni L’autista e  una passeggera  della Citroen  e l’autista della Fiat hanno riportato ferite lievi e sono stati portati al pronto Soccorso. Sul posto è intervenuta una pattuglia della polizia mucipale per i rilievi del caso.

2 Commenti

  1. almerindo frezzani ha detto:

    Non voglio certo difendere quegli scellerati utenti delle 2 o 4 ruote (fortunatamente una minoranza) che pensano di condurre i loro veicoli in città, come fossero a Varano… Ma spesso è la segnaletica che è carente, contraddittoria o peggio malamente posizionata. Ho già segnalato più volte – attraverso queste righe – alcune situazioni certamente foriere di potenziale pericolo, soprattutto in concomitanza con gli attraversamenti pedonali cittadini. Troppo spesso collocati immediatamente dietro una curva, per di più “cieca” perchè coperta da infrastrutture, vegetazione ed altro. Basta vedere la situazione in piazzale Barbieri, angolo Via Volturno (tanto per citare un esempio). Altra situazione davvero raccapricciante è quella di collocare le zebre “davanti” alle fermate degli autobus (e non dietro). Col risultato che l’attraversamento è colto dall’automobilista (che sopravviene da tergo e supera il bus) solo quando il pedone “sbuca” dalla sagoma del mezzo pubblico (vedi Via Trento) ed è ormai già al centro della carreggiata… Insomma ci vuole un bel coraggio, Da parte di tutti. Anche da parte di chi non sa o non vuole leggere la situazione.

  2. Mariaelena ha detto:

    Anche i pedoni e le biciclette hanno la loro grande responsabilità. Senza guardare se sta arrivando un’auto si
    mettono di prepotenza ad attraversare sulle strisce e spesso.
    di sera o con la nebbia, sono INVISIBILI.
    Occorre prudenza e buon senso anche da parte loro e da parte di tutti noi che a volte siamo guidatori di auto, a volte pedoni oppure ciclisti.

I commenti per questo articolo sono chiusi.