Tep sperimenta nuovi bus a batteria. Finanziamento da Bruxelles

Nuovo finanziamento europeo in arrivo per l’azienda del trasporto pubbico di Parma. E’ giunta la comunicazione ufficiale da parte del programma Central Europe che ha informato la Tep dell’approvazione dei finanziamenti per il progetto Low Carb, cui Via Taro partecipa insieme ad altri 10 partner europei, tra i quali le aziende di trasporto di Lipsia e di Salisburgo.

Il progetto ha l’obiettivo di studiare e sperimentare diverse soluzioni funzionali a ridurre le emissioni nocive – in particolare quelle di CO2 – derivanti dai trasporti, migliorando di conseguenza la qualità dell’aria e di vita nei centri urbani. Tep, in particolare, studierà la possibilità di introdurre nuovi autobus elettrici a batteria su alcune linee urbane e di dotare la rete di nuove stazioni di ricarica multimodali, funzionali sia alla ricarica dei bus che dei veicoli elettrici privati.

Il progetto prenderà avvio a giugno 2017 e avrà una durata di 3 anni. Tep otterrà un finanziamento di circa 170mila euro, finanziati per l’80% dal programma Central Europe e dal ministero dello Sviluppo economico per il rimanente 20%.

3 Commenti

  1. Vercingetorige ha detto:

    A Bolzano ci sono già alcuni autobus a idrogeno ( mi sembra due) . Dal tubo di scappamento emettono vapore acqueo.

  2. Rifletto ha detto:

    Ma non aveva perso l’appalto?
    Come direbbe qualcuno: qualcosa mi sfugge?
    Tanto rumore per nulla?

  3. grillo sparlante ha detto:

    E se come probabile tep dovesse perdere l’appalto del trasporto pubblico a parma?

I commenti per questo articolo sono chiusi.