Saldi invernali. Attese vendite inferiori al 2016

Anche in Emilia-Romagna sono partiti i saldi invernali. Ogni famiglia, secondo l’Adoc, spenderà circa 250 euro. Più pessimista il Codacons, che si ferma a 175. Ecco previsioni e consigli delle Associazioni dei consumatori.

“La spesa delle famiglie per i saldi non supererà i 250 euro, secondo i nostri calcoli – dichiara Roberto Tascini, presidente dell’Adoc – purtroppo la combinazione tra redditi bassi e spese primarie e irrinunciabili elevate, come quelle sostenute per alimentazione, casa, trasporti e tasse, non permette alle famiglie italiane di destinare grosse cifre alle spese extra come i saldi. Anche perché i saldi arrivano, come sempre, dopo le festività natalizie, una circostanza che limita ulteriormente la corsa agli acquisti, almeno nel periodo iniziale. Gli acquisti più ingenti si concentreranno infatti nel periodo finale, quando gli sconti arriveranno fino al 50-60%”.

“Stimiamo una contrazione media delle vendite del 5% rispetto ai saldi invernali del 2016 – spiega il presidente del Codacons, Carlo Rienzi. Il budget medio per i saldi scenderà a una media di 175 euro a famiglia, e solo il 45% degli interpellati dal Codacons s’è detto pronto a sfruttare gli sconti di fine anno. L’andamento non sarà omogeneo: la contrazione degli acquisti, dice l’indagine, colpirà in modo particolare i piccoli negozi e le periferie delle città, mentre si registreranno numeri positivi negli outlet e nelle boutique d’alta moda, grazie alla presenza dei turisti stranieri. Vola il commercio online: un acquisto su cinque in regime di saldi sarà concluso sul web”

 

I Commenti sono chiusi.