36 edicole e 10 chioschi potrebbero cambiare gestore

Edicole e chioschi in tutta Parma potrebbero presto cambiare gestori. Il Comune cittadino ha emesso un bando per assegnare diverse di queste strutture, tutte con concessione scaduta o in scadenza. A bando sono dieci chioschi e ben 36 edicole. Il bando resperà aperto fino al 28  febbraio  2017.

Fra i chioschi a bando c’è anche quello all’interno della Cittadella, sul cui incerto futuro ci sono state molte polemiche nei mesi scorsi. Ma non è certo l’unico esercizio commerciale dal quale gli attuali gestori potrebbero essere sloggiati a favore di nuovi. A bando, oltre a quello della Cittadella, ci sono i chioschi in piazzale XXV Aprile, in viale Toschi, in via Po, in piazzale S.Croce, in stradello S.Severino, due piazzale Barbieri, in via Toscana e il chiosco di via Usberti.

Ancora più lunga la lista delle edicole messe in offerta; in questo caso le strutture non sono del Comune, ma l’area su cui sorgono è pubblica e va assegnata con procedura aperta a tutti. Le edicole disponibili sono quelle di piazzale Risorgimento, via Fleming, via Sidoli, via Parigi, piazzale XXV Aprile, viale Rustici, viale Mentana, all’inizio di strada della Repubblica accanto al municipio, piazzale Fiume, strada Farnese, piazzale Maestri, via Duca Alessandro, le due edicole di via Gramsci, via Langhirano, borgo del Parmigianino, due in viale Piacenza (vicino al ponte delle Nazioni e all’angolo con viale Osacca), via Capelluti, piazzale S.Sepolcro, viale Toschi, via Emilia Est al Barilla Center, via Zarotto, le due edicole di via Farini, piazzale Vittorio Emanuele II, piazzale Barbieri, via Pellico, via Emilia Ovest alla Crocetta, via Garibaldi in piazzale della Steccata, via Paradigna, via Emilia Est vicino a via Cassio, via La Spezia 105, via Montebello, via Picasso e piazzale Santa Croce.

Il bando assegna molti punti ai titolari uscenti degli spazi disponibili, ma sono comunque possibili cambiamenti di gestione. Punti anche a chi si impegna a “rendere compatibile il servizio commerciale con la funzione territoriale”. Sfavoriti invece coloro che non sono in regola con il pagamento delle tasse. I vincitori avranno una concessione della durata di 12 anni.

I Commenti sono chiusi.