Condono in via Farini: dopo 50 anni gli uffici non sono più abusivi

Uffici al posto di magazzini, garage e pure al posto di quella che era una serra. Così un palazzo in via Farini, antica dimora, è diventato un direzionale, un centro di lavoro. Si tratta di Palazzo Bocchi, l’ex Palazzo Torelli, in via Farini, che ha ottenuto dal Comune di Parma una sanatoria per cancellare cambi di destinazione e lavori edili abusivi

Le trasformazioni risalgono a molto tempo fa, al 1960, ma come accade spesso per questo tipo di questioni, le procedure di condono sono durate decenni. Nel 1986, profittando di uno dei diversi condoni edilizi di moda all’epoca, venne presetata domanda di sanatoria, per un’area complessiva di oltre 300 metri quadrati: sono occorsi 30 anni per chiudere la pratica, quasi 50 anni dai lavori che hanno creato uffici al posto dei precedenti spazi. Il condono si è ufficializzato solo nei primi giorni del 2017.

L’edificio interessato da questo condono venne ricostruito nelle attuali forme esterne nel 1829 su un precedente palazzo del XV – XVI secolo. Conserva al piano terreno una stanza con volta affrescata dal Baglioni o dalla sua scuola.

Un Commento

  1. Vercingetorige ha detto:

    Quindi si conferma che , in Italia , pagare le tasse , pagare i debiti , rispettare le concessioni edilizie , denunciare i redditi , non conviene , perché , prima o poi, un “condono” arriva.

I commenti per questo articolo sono chiusi.