Citterio contro PQ: giudice ci dà ragione. “Serie le denunce pubblicate”

citterio felinoNelle scorse settimane, la Citterio aveva citato in giudizio il referente di Rete Ambiente Parma Giuliano Serioli, accusandolo di aver diffuso informazioni false al fine di danneggiare la nota azienda, che a Poggio Sant’Ilario ha costruito un cogeneratore, cioè un inceneritore che bruciando grassi fornisce energia ad un impianto per la produzione di elettricità. In più occasioni, anche supportata da altre associazioni ambietaliste come il Gcr e da esponenti politici, Rete Ambiente Parma ha richiamato l’attenzione su rischi ambientali legati a questo impianto.

Nel procedimento sono state coinvolte anche due testate on line locali: Parma Quotidiano e Parma Today, che hanno sempre dato spazio alle denunce di Rete Ambiente Parma.

Il giudice Antonella Ioffredi ha respinto il ricorso di Citterio, chiarendo che i due giornali hanno fatto il loro lavoro, dando voce al comitato e a Serioli, e riconoscendo che “serietà delle preoccupazioni manifestate e delle segnalazioni riportate nei comunicati stessi dal comitato, rispetto alla necessità di tutela del bene primario della salute pubblica”.

Citterio dovrà pagare le spese legali del procedimento, riconoscendo 4.700 euro più voci accessorie a Parma Quotidiano e altrettanto a Parma Today.

————————————————————–

Open Source. la società editrice di Parma Quotidiano, commenta il rponunciamento del giudice:

“Il giorno 17 dicembre 2015 il giudice affidatario, Dott.ssa Antonella Ioffredi, della casua ex art. 700 cpc promossa da Giuseppe Citterio S.p.A. con l’Avv.ti Cantelli e Drisaldi contro Open Source Editori Digitali S.r.l.c.r. con l’Avv. Matteo Mancini e Citynews S.p.A. con l’Avv. Canizzaro e Giuliano Serioli con l’Avv. Molè avente come oggetto il presunto contenuto diffamatorio dei comunicati di quest’ultimo e pubblicati dalle testate Parmatoday e Parmaquotidiano.info, ha definitivamente rigettato il ricorso della ricorrente in quanto infondato e condannandola al risarcimento delle spese di giudizio.

Open Source – Editori Digitali S.r.l.c.r. società editrice di Parmaquotidiano.info ringrazia i lettori, le forze politiche, i movimenti e le altre Testate che hanno dimostrato la loro solidarietà rispetto all’ingiusto tentativo giudiziario di imbavagliare l’informazione e il diritto di cronaca, che con la sentenza odierna viene rafforzato ed inequivocabilmente garantito anche nel mondo dell’informazione digitale.

Open Source – Editori Digitali S.r.l.c.r.

sentenza Citterio

5 Commenti

  1. Nicola Valenti ha detto:

    Questa è l’informazione che ci piace. Tenete duro.

  2. Ivan Ranieri Ivan Ranieri ha detto:

    Finalmente una buona notizia

  3. Giovanni Festa Giovanni Festa ha detto:

    A questo punto è da verificare se Forze dell’Ordine locali, venuti a conoscenza di “Ipotesi di Reato Ambientale” hanno fatto segnalazione alla Procura di Parma, come prevede la Legge. Tenere informati. Grazie!

I commenti per questo articolo sono chiusi.