Carissimo lettore, permetta di presentarci…

Carissimo lettore,

entriamo in punta di piedi nella tua posta per proporti un nuovo giornale, Parma Quotidiano, online e gratuito, costantemente aggiornato, con una newsletter mattutina che ripropone i contenuti più interessanti della giornata.

Oggi è il giorno dell’inaugurazione ufficiale del giornale, anche se il nostro sito internet è attivo da alcune settimane: potrai già trovarvi centinaia di articoli di cronaca e di approfondimento dedicati alla realtà locale di Parma e del suo territorio.

Da domani riceverai quotidianamente la newsletter. Se non ti è gradita, puoi in qualsiasi momento cancellare il tuo indirizzo con una procedura automatica, cliccando in fondo a questa lettera. Altrimenti, buona lettura.

Parma Quotidiano nasce piccolo e umile. Siamo consapevoli della limitatezza dei nostri mezzi e soprattutto della ricchezza del contesto dell’informazione locale in cui entriamo: già ampio, già affermato, in continua trasformazione.

È vero: di giornali su internet ce ne sono già tanti. Ma crediamo che alcuni ambiti e certe questioni ancora non siano adeguatamente coperti. Oltre che ai settori più comunemente trattati, questa testata nasce per dare più attenzione alle professioni, al lavoro, alla cultura, all’ambiente, all’ambito sociale, alle novità normative di livello locale: argomenti che meritano maggior attenzione di quella normalmente ricevuta presso l’opinione pubblica.

Vogliamo diventare una testata a servizio del lettore, autonoma da ogni potere di parte e da ogni ideologia, con l’ambizione di dar voce alle diverse anime della città di Parma. Un soggetto non isolato ma pluralista, fondato da persone di diversa vicinanza politica e di diversi interessi, uniti dalla comune convinzione che uno spazio aperto per un dialogo pubblico e un giornale indipendente siano necessari ad una corretta condotta della vita democratica della comunità. Rispetteremo allora le diverse posizioni, accettando e stimolando il più ampio ventaglio di contributi.

Parma Quotidiano non è politicamente schierato. Intende dare voce sia a chi detiene il potere esecutivo in città, cercando di far parlare più i fatti che le parole, sia alle forze di minoranza, che hanno il dovere di sorvegliare l’operato delle Amministrazioni.

Compito quest’ultimo che è anche nostro, perché la nostra idea di informazione corrisponde all’interpretazione anglosassone del giornalismo: un “cane da guardia del potere”. Staremo attenti dunque in maniera particolare all’operato di chi per elezione, merito o qualsiasi altro motivo si trova a gestire responsabilità maggiori: politiche o economiche che siano.

Ci occuperemo di economia locale con particolare riguardo ai professionisti, alle imprese e ai lavoratori. Parleremo di aziende – quelle in crescita, quelle in crisi e quelle in ristrutturazione –, del lavoro, di nuovi business, di indiscrezioni. Seguiremo con attenzione tutti i disservizi, le truffe, le ingiustizie sociali. Ci occuperemo di ambiente, seguendo quelle situazioni che più coinvolgono le persone. Di cultura, non solo per riferire di tendenze, studi ed eventi, ma per raccontare quel che succede nel complesso mondo di artisti e pensatori. Di società, in un momento storico gravato da molti e diffusi problemi e da epocali trasformazioni.

Tutto questo un poco per volta, naturalmente. E a condizione di trovare interesse e appoggio da parte dei lettori. Aiutaci seguendo il sito, segnalando i fatti che ritieni interessanti, inviando foto, commentando e suggerendo ad altri di fare altrettanto. È una piccola nuova avventura alla quale sei invitato a partecipare.

Fabio Bonati e la redazione di Parma Quotidiano

6 Commenti

  1. maurizio ha detto:

    A tutta la Redazione e al Consiglio di Amministrazione, porgo i piu’ sinceri auguri di buon lavoro.

  2. tiziano ha detto:

    vi leggerò volentieri, complimenti e buon lavoro!!!

  3. Filippo ha detto:

    Complimenti per il lavoro che avete svolto e che svolgerete, in bocca al lupo.
    Conto su infomazioni riportate in completa autonomia al servizio dei lettori e staccate da ogni potere e ideologia.
    Buon lavoro.

  4. Francesco ha detto:

    Da chi ha creato il primo quotidiano online di Parma quasi 10 anni orsono, in bocca al lupo per la coraggiosa iniziativa. Un caro saluto a Mattia e Pierluigi.

  5. rodolfo ranzani ha detto:

    Complimenti per l’iniziativa. Dare buona informazione, in particolar modo di questi tempi in cui incertezze e sospetti regnano sovrani, è davvero difficile: la diffusione a mezzo web è senz’altro vincente: ma, come potete insegnarmi, il veicolo non basta; occorrono dei bravi piloti. Buon Lavoro ed i miei migliori auguri.
    rodolfo ranzani

  6. Editore ha detto:

    il Presidente a nome del Consiglio di Amministrazione, ringraziando la Redazione per aver aderito a questo progetto, augura a tutti i visitatori una lettura che sia buona, gratuita, indipendente e soprattutto digitale.

I commenti per questo articolo sono chiusi.